menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Furti nelle Asl, in manette quattro ladri professionisti di Favaro Veneto

Erano specializzati nello scassinare i distributori di ticket per i contanti e le cassaforti dei distretti sanitari. Mesi di indagini e pedinamenti per arrivare al loro arresto a Udine

Professionisti del furto: pazienti, silenziosi, metodici e ordinati. Si spostavano in continuazione e appena fiutavano anche il minimo pericolo mandavano i colpi all'aria. I carabinieri li avevano soprannominati la "banda delle Asl", specializzata nello scassinare i distributori di contanti per i ticket e le cassaforti dei presidi sanitari. Erano in quattro, un 25enne di origine albanese di Venezia e tre uomini di Favaro: un 41enne e un 40enne entrambi pluripregiudicati  e un 35enne. A rintracciarli e a far scattare le manette sono stati i militari del reparto operativo di Vicenza, che hanno monitorato i loro spostamenti per giorni e giorni. Il blitz per l'arresto è scattato a Udine la notte in cui stavano uscendo da un ufficio dopo aver cercato di mettere a segno un altro colpo scassinando la cassaforte.

Le indagini risalgono all'estate, quando il furto nella Asl di Torri del Quartesolo, nel Vicentino, era stato sventato dalla chiamata d'emergenza al 112 da una guardia medica. Da lì all'individuazione dei componenti della banda il passo è stato breve. Soprattutto attraverso il monitoraggio di una macchina sospetta, una Peugeot 204, notata prima nei dintorni della Asl vicentina e in seguito al casello autostradale di Vicenza Nord, dove era stata fermata per un controllo ed erano state rinvenute pinze e cacciaviti. Poi le indagini sono proseguite tenendo d'occhio costantemente gli spostamenti della banda fino al colpo di Udine.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento