Favaro Veneto Favaro Veneto / Via Altinia

Apre il cantiere della ciclabile che unirà la chiesa di Dese al sottopasso autostradale

L'opera, lunga poco più di 600 metri, permetterà di unire la rete ciclopedonale del comune di Venezia con quella di Marcon e Quarto d'Altino

Il sottopasso ciclopedonale già esistente

La ditta appaltatrice ha ricevuto dalla Città metropolitana l'incarico di eseguire i lavori del nuovo tratto di 615 metri di pista ciclabile lungo la strada provinciale 40, via Altinia (nel territorio comunale di Venezia), che completerà il percorso che oggi si interrompe poco dopo la chiesa di Dese.

I lavori, finanziati con 600mila euro della Città metropolitana, sono suddivisi in due stralci: il primo vede la realizzazione di un tratto di ciclabile lungo via Altinia, nell’abitato di Dese; dopodiché, a settembre, sarà fatto il tratto di collegamento tra il ponte sul Dese e la rotatoria della bretella aeroportuale, dove esiste già un sottopasso ciclopedonale che scorre al di sotto dell'autostrada e porta alla rete ciclabile dei comuni di Marcon e Quarto d‘Altino.

Il percorso, che affianca la strada, sostituirà il marciapiede esistente e sarà ottenuto con un restringimento della carreggiata stradale. La pista ciclopedonale bidirezionale, totalmente in sede propria, si svilupperà per circa 615 metri, senza separazione fisica tra bici e pedoni. Vista la necessità di rispettare le recinzioni private e preservare le alberature, la pista ha una sezione variabile: la larghezza minima è di 2,50 metri (in prossimità della rotatoria con la A57 – raccordo Marco Polo), mentre la sezione media è di 3 metri con punti larghi fino a 3,50. È prevista la ricollocazione di 4 punti luce e l'installazione di due sistemi di illuminazione per gli attraversamenti pedonali.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Apre il cantiere della ciclabile che unirà la chiesa di Dese al sottopasso autostradale

VeneziaToday è in caricamento