MestreToday

Un milione e otto per la ciclabile da Favaro a Tessera

C'è il progetto di fattibilità tecnica ed economica. La pista partirà da via Vallenari fino a collegarsi al pezzo esistente lungo la via Triestina davanti alla scuola: 2,2 chilometri

Rendering del progetto

Via libera della giunta al progetto di fattibilità tecnica ed economica, con la variante 60 al piano degli interventi, per la realizzazione della pista ciclabile che collegherà Favaro a Tessera. «Un investimento di 1,8 milioni per una viabilità più lenta, green e sicura - commenta l'assessore alla Mobilità Renato Boraso - Dopo tanti anni di attesa un altro pezzo importante della rete ciclabile comunale viene avviato, per la piena funzionalità di una delle direttrici ciclabili più importanti dell'intero asse viario della città».

Il collegamento

Il nuovo percorso partirà da dove finisce la pista ciclabile della via Vallenari, a Favaro, in zona capolinea del tram, e arriverà fino a collegarsi al pezzo di pista esistente a Tessera, lungo la via Triestina davanti alla scuola. In totale 2,2 nuovi chilometri di percorso, bidirezionale e su un sedime autonomo e sempre separato da quello riservato alle auto. Il progetto approvato prevede che il nuovo percorso sia realizzato sul lato sud di via Triestina, dove ci sono spazi più ampi e meno edificati. In questo modo la nuova pista, per gran parte del suo tragitto, correrà distante dalla strada, separata da un fosso e un filare alberato.

Il progetto

Un nuovo tratto che, in piena sintonia con quelli già realizzati, garantirà un percorso funzionale, sicuro e quindi piacevole e confortevole per essere utilizzato soprattutto da famiglie e bambini. Permetterà agli abitanti di Tessera di arrivare in soli 10 minuti a Favaro, in 20 minuti al parco Albanese e in 30 minuti in piazza Ferretto, sempre correndo all'interno di piste ciclabili. Sarà anche l’occasione per tutti di poter arrivare a visitare con una piacevole biciclettata, l’antica chiesa di Sant’Elena e Sant'Antonio Abate con la sua torre, il forte Rossarol fino al forte Bazzera, che potrà essere raggiunto, per chi abita a Mestre, in mezz’ora per poi ritornare a casa facendo un anello completo, percorrendo la pista lungo la gronda lagunare. Il programma prevede che sarà completata entro la prossima primavera. Il percorso sarà ombreggiato, per le stagioni più calde, da oltre 80 nuove alberature. Sarà inoltre completamente illuminato per poter essere usato in sicurezza anche nelle ore serali. Lungo il percorso sono previsti sette attraversamenti ciclopedonali sicuri per permettere anche agli abitanti che risiedono sull'altro lato della strada di accedervi facilmente. All’interno del progetto è prevista anche la messa a norma delle tre piazzole di salita e discesa degli utenti del trasporto pubblico e due nuove stazioni di bike sharing.

Rendering progetto ciclabile Favaro Tessera 1-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuova ordinanza in Veneto: novità per le attività commerciali e limitazioni in vigore

  • Venezia fa il pieno di stelle Michelin, 8 i ristoranti premiati

  • Perché conviene stendere il bucato all'aperto anche in inverno

  • Domani nuova ordinanza in Veneto, Zaia: «Misure per garantire la salute pubblica»

  • Nuova ordinanza in Veneto: «Il sabato medi e grandi negozi posso rimanere aperti»

  • Addio ad Andrea Michielan, morto a 21 anni

Torna su
VeneziaToday è in caricamento