MestreToday

"Uccise Bari per rubargli i gioielli", condanna all'ergastolo per Gaggio

Il 65enne è stato giudicato colpevole dalla Corte d'assise, che ha accolto la tesi del pubblico ministero. L'omicidio del pensionato di Favaro Veneto avvenne il 30 giugno 2011

Ergastolo. Più quattro anni di reclusione per rapina. Giorgio Gaggio, 65 anni, è stato condannato dalla Corte d'assise di Venezia per l'omicidio di Valerio Bari, il 75enne che il 30 giugno 2011 venne ucciso a pochi metri dalla sua abitazione di Favaro. Il giudice ha quindi accolto in pieno la richiesta del pubblico ministero Stefano Buccini, secondo cui il condannato avrebbe dapprima stordito la vittima con un colpo alla testa e poi l'avrebbe soffocata con dei tovaglioli nella bocca.

 

Gli uomini della squadra mobile di Venezia al tempo risalirono a Gaggio grazie al dna ritrovato sul nastro con cui venne legato Bari e a un mozzicone di sigaretta repertato vicino al luogo in cui venne ritrovato il cadavere, in via Ca' Solaro. Secondo la tesi dell'accusa l'omicidio sarebbe stato architettato per derubare il pensionato dei suoi gioielli: una catenina, un orologio e un anello. Gli stessi oggetti che al tempo misero nei guai Paolo Pozzobon, amico di Gaggio, che piazzò la refurtiva in un compro oro. Inizialmente accusato di omicidio in concorso, alcuni mesi fa è stato scagionato dalle telecamere di sicurezza del bar in cui i due uomini si incontrarono. Gaggio disse che entrarono insieme, gli inquirenti dimostrarono che era falso. Pozzobon, quindi, ora deve rispondere solo di ricettazione.

Al momento della lettura della sentenza, arrivata dopo una giornata contraddistinta da un confronto all'americana tra i due "ex amici", in cui però nessuno si è schiodato dalla propria versione iniziale, i familiari della vittima hanno abbracciato i propri avvocati, mentre Gaggio avrebbe urlato: "Questa non è giustizia", mentre veniva riaccompagnato in carcere dagli agenti di polizia penitenziaria. Per lui isolamento diurno per i prossimi due mesi. Gli avvocati difensori hanno già annunciato ricorso in appello.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il Veneto resta giallo? Zaia: «Dipendiamo da Rt, ma non abbiamo demeriti per cambiare zona»

  • Natale con congiunti ma senza abbracci: le regole per cenone e veglione di Capodanno

  • 60enne si allontana da casa e scompare, trovato senza vita

  • Domani si decide sul colore del Veneto, Zaia: «Pressione su ospedali, ma tutto sotto controllo»

  • Coronavirus, il prossimo mese il Veneto potrebbe essere area a rischio elevato

  • Domani nuova ordinanza in Veneto, Zaia: «Misure per garantire la salute pubblica»

Torna su
VeneziaToday è in caricamento