rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Favaro Veneto Favaro Veneto / Piazza Angelo Pastrello

Un fondo alle Municipalità, 250 mila euro per i progetti di Favaro Veneto

Presentati questa mattina: diversi interventi per la sicurezza e la viabilità a partire dall'eliminazione delle ultime due strade bianche: via Altinia al civico 64 e via Monte Pavione. Quattro mesi di lavori a partire da marzo 2022

«Ripartire dall'autonomia delle Municipalità e dai bisogni individuati a livello locale». L'assessore alla Mobilità del Comune di Venezia, Renato Boraso, ha spiegato oggi a Favaro la delibera di giunta che prevede di trasferire alle Municipalità  della terraferma 250 mila euro per interventi sulla viabilità, a partire dalle necessità individuate dai territori. Accanto a Boraso, a definire nel dettaglio gli interventi che saranno realizzati con questi fondi a Favaro Veneto, c'erano il presidente di Municipalità Marco Bellato e i consiglieri Ugo Battistelli (Pianificazione territoriale), Maurizio Gallo (Politiche ambientali e sostenibilità), Simone Mestriner (Promozione del territorio) e Giampietro Trabuio (Lavori pubblici).

«Nostro compito – ha affermato Battistelli – è stato quello di essere parte attiva, con un contributo propositivo, individuando gli interventi prioritari nel nostro territorio, come ad esempio la decisione di eliminare le strade bianche pubbliche ancora esistenti». Importante in tutto questo è stato il contributo della collettività, dell’associazionismo e delle parrocchie, hanno sottolineato i consiglieri.

Gli interventi a Favaro riguardano la riasfaltatura di via della Cerva, via Bagaron fino al civico 29, via Monte Fadalto da via Monte Paularo a via delle Muneghe, via Monte Avena dal civico 69 al civico 77. Con i fondi stanziati si procederà inoltre all’asfaltatura di tre strade bianche: via Monte Pavione, con nuova rete acque meteoriche, via Altinia al civico 64 e via Campi Ongareschi. Le opere, per le quali sono stati stimati 4 mesi di lavori a partire da marzo 2022, prevedono anche la riasfaltatura di via Fiordilici (conclusione lavori a fine 2021) e via Prete Ermanno (entro fine 2022). Verrà anche terminata la posa della fibra ottica.

«La sicurezza delle nostre strade e di tutti coloro che le utilizzano - ha spiegato l’assessore Boraso - è una delle priorità di questa Amministrazione. Negli ultimi mesi abbiamo vissuto un periodo davvero difficile legato alla pandemia, ciò nonostante siamo riusciti ad avviare e a portare a termine molti lavori. Con questa delibera l’Amministrazione vuole valorizzare la conoscenza che le Municipalità hanno del territorio e la loro vicinanza alle istanze dei cittadini».

Il presidente Bellato ha ricordato l'importanza della ciclabilità sul territorio e le realizzazioni portate a compimento a cominciare dalla Favaro-Dese. «Ora vigiliamo affinché i cantieri possano concludersi entro il 2023, facendo in modo che le località di Favaro, Dese, Tessera, Ca’ Noghera e Ca’ Solaro siano collegate da piste ciclabili sicure. Il nostro territorio – ha aggiunto – che negli ultimi anni ha visto importanti interventi di riqualificazione (dalla realizzazione della piastra polivalente agli interventi al Villaggio Laguna; dai parchi pubblici alle nuove aree cani), sarà interessato nei prossimi anni da grandi opere (Bretella di collegamento all'aeroporto e cittadella dello sport a Tessera) su cui la Municipalità concentrerà l'attenzione per verificarne l’impatto sul territorio e i cittadini».

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un fondo alle Municipalità, 250 mila euro per i progetti di Favaro Veneto

VeneziaToday è in caricamento