menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Nuova denuncia per il finto capitano dei carabinieri

Una donna si è rivolta ai veri militari, spiegando che la 35enne che si spaccia per un ufficiale del Ros le avrebbe spillato 1.250 euro

La notizia di ieri, relativa alla denuncia di una donna di origini siciliane di 43 anni, M.A.M., per truffa, estorsione e circonvenzione di incapace, che si era qualificata per appartenente all’Arma dei carabinieri, ha portato alla luce una nuova realtà. Dopo la lettura degli articoli, al comando di Mestre si è presentata una nuova vittima, caduta a sua volta nelle grinfie del “finto capitano dei carabinieri”. 

Le indagini hanno permesso di accertare che la donna, che si spaccia per capitano dei carabinieri del Ros, è ben conosciuta dai residenti della zona del della Bissuola. La sua popolarità è tale che una signora che si era rivolta a lei per avere delucidazioni sulla situazione famigliare che una sua amica straniera stava attraversando. L’interessamento alla vicenda è stato immediato, non tanto per raggiungere la soluzione del problema, quanto per poter spillare denaro alla sua nuova vittima. Infatti a più riprese, la vittima avrebbe consegnato somme di denaro per circa 1.250 euro sui 2.500 pretesi, naturalmente senza che i problemi della sua amica trovassero riscontro alle numerose “menzogne” inventate ad hoc. L’appello dal comando di via Miranese è che chiunque possa aver subìto analoghi fatti li denunci.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bollo auto, prorogata ancora la scadenza del pagamento in Veneto

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento