MestreToday

Scivola sul drink e si frattura il polso: dopo 8 anni sarà risarcita con 40mila euro

Una 64enne di Mestre ha vinto la battaglia legale contro un locale del Trevigiano

(foto d'archivio)

Era scivolata sul drink sparso sulla pista da ballo, la successiva caduta le aveva causato la frattura del polso. La disavventura era continuata peggio: i titolari del locale in provincia di Treviso negavano ogni responsabilità, non riconoscendole un euro d’indennizzo. Dopo 8 anni una 64enne mestrina assistita ha vinto la sua battaglia: il tribunale di Treviso ha giudicato responsabile dell’accaduto la società che gestisce l’esercizio, condannandola a risarcirla con oltre 40mila euro.

La notte di ferragosto del 2012 la donna si era recata in compagnia di amici nel locale per passare una serata di festa. Durante un ballo in una delle piste è scivolata su una chiazza di liquido, verosimilmente del drink rovesciato da un altro avventore, che aveva reso la superficie insidiosa. Una caduta rovinosa, la donna si è fratturata il polso destro e il quinto metatarso del piede destro, con tutte le conseguenze del caso: gesso, lunga inattività, visite, fisioterapia e un’invalidità permanente residuata quantificata nell’11%.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Risarcimento da 40mila euro

La 64enne è stata costretta ad adire le vie legali. Per essere assistita, la donna si è affidata a Studio3A che ha tentato di tutto per trovare un accordo stragiudiziale con la gestione del locale, la quale però ha frapposto un muro. Il 3 luglio 2020, dopo 8 anni, il giudice ha emesso la sentenza dando ragione piena alla danneggiata, rigettando le ricostruzioni alternative, «secondo cui la 64enne sarebbe caduta da una cassa acustica poggiata al pavimento su cui era salita per ballare». Il giudice ha quindi determinato il risarcimento dovuto in oltre 40mila euro tra danno biologico, patrimoniale, interessi al tasso annuo del 3% e refusione delle spese di lite.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, bollettino di oggi: i numeri di Veneto e provincia di Venezia

  • Malore fatale, commerciante muore a 37 anni

  • Schianto sulla strada: morto un ragazzo di 18 anni a Veternigo

  • Per Zaia il problema non sono ristoranti e palestre: «Bisognava puntare su assembramenti»

  • Coronavirus, bollettino di oggi: numeri di Veneto e provincia di Venezia

  • Nuovo Dpcm: Conte ha firmato, che cosa cambia da domani

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeneziaToday è in caricamento