MestreToday

Fuga di gas in via Miranese, avanti coi lavori: "Strada chiusa anche nel weekend"

L'allarme è scattato poco prima delle 10 di giovedì a Chirignago. La fuoriuscita è ingente: grossi rallentamenti nelle ore di punta, soprattutto dopo la chiusura di mezza rotatoria

C'è ancora molto da fare per riportare la situazione alla normalità a Chirignago, dove giovedì mattina è stata registrata una copiosa fuga di gas all'altezza della farmacia Zanetti di via Miranese, a poche decine di metri dalla rotonda che dirama in via Trieste verso Catene. Venerdì pomeriggio sono in corso le operazioni preliminari dei tecnici di Italgas per poi passare allo smantellamento della linea vecchia e alla posa di quella nuova, mentre i vigili del fuoco continuano a monitorare la situazione. È probabile, a questo punto, che i lavori proseguiranno non solo fino a sabato, ma anche nella giornata di domenica. Sempre con la strada chiusa e i servizi della polizia locale predisposti 24 ore su 24 fino a lunedì con almeno quattro pattuglie. Bisognerà sostituire circa cento metri di tubo, dunque l'intervento non è da poco. Per questo la polizia municipale invita gli automobilisti a non avventurarsi sulla Miranese e a bypassare il blocco attraverso la Tangenziale, la Camionabile o la Castellana.

L'allerta è scattata verso le 10 di giovedì: sul posto si sono immediatamente portati i pompieri, compresa la squadra del nucleo Nbcr, per mettere l'area in sicurezza e bloccare la fuoriuscita. L'odore non era così forte, ma si avvertiva anche stando sul marciapiede opposto della carreggiata. L'attenzione si è subito concentrata su una colonnina di sfiato arancione in corrispondenza di una siepe: da lì esce il gas, ma serve capire dove sia la perdita nel sottosuolo. Operazione tutt'altro che facile, visto che i lavori sono proseguiti fino a tarda serata per poi riprendere la mattina successiva: durante la nottata, finalmente, è stato individuato il punto della fuoriuscita. In via precauzionale nella zona è stata spenta anche l'illuminazione pubblica.

VENERDÌ EVITARE LA MIRANESE - Gli accertamenti sono quindi continuati fino a sera inoltrata. Venerdì mattina la strada è chiusa, il consiglio è di evitare la Miranese per raggiungere Mestre: la grande rotatoria di Catene per chi si metterà al volante in direzione Venezia è off limits. Gli automobilisti sono deviati nella stretta via del Parroco, per poi confluire in via Trieste. Inevitabili gli imbottigliamenti, ma perlopiù in orario di punta. Per il resto lo schema messo in opera dalla polizia municipale (sul posto con cinque pattuglie) funziona: si consiglia comunque di privilegiare la Camionabile o la Castellana, anche perché le strade del circondario si intasano velocemente. Va un po' meglio per coloro che intendono allontanarsi da Mestre: vengono "incanalati" in via Montessori fino a viale Trieste. Da lì potranno raggiungere la rotatoria, che per loro è percorribile.

AREA INTERDETTA - L'area è stata delimitata e interdetta al passaggio delle automobili, di conseguenza il traffico è stato bloccato sul tratto tra la rotonda e l'incrocio con via Bosso. Inizialmente, giovedì mattina, solo sulla corsia in direzione Mestre, poi su tutta la carreggiata. Divieto di transito anche per i pedoni. Polizia e vigili urbani stanno vigilando sulla situazione (nel pomeriggio anche due squadre della protezione civile), alle prese con i tanti automobilisti e i tanti residenti che, a piedi o in bici, si trovano la strada sbarrata. Una volante di traverso, il camioncino Italgas e due camionette dei vigili del fuoco mettevano in chiaro che la situazione è da monitorare passo, passo. La fuga di gas è effettiva, visto che è stata rilevata dagli strumenti in dotazione ai pompieri. Fin da giovedì si sono messi al lavoro gli operai di Italgas, muniti di martelli pneumatici per spaccare l'asfalto alla ricerca dell'origine del problema.

I veicoli in transito, compresi gli autobus, vengono deviati verso Catene. Il Comune di Venezia ha attivato dalle 10.45 di giovedì il codice di allerta giallo, rimasto costante per tutta la giornata.

Actv ha comunicato le seguenti deviazioni:

Linea 7 V. Martiri - Venezia/Mestre Centro, 7E Mirano - Venezia

• Provenienti da Spinea, giunti a Chirignago svoltano per via del Parroco, via Trieste, tangenziale, uscita Miranese e da via Miranese (Amelia) riprendono il regolare percorso;

• Da Mestre/Venezia stessa deviazione fino al cavalcavia di via Trieste, rotatoria Chirignago da dove riprendono il regolare percorso.

Linea 6 Spinea - Venezia, 4D Noale - Venezia e 7D Mirano - Venezia

• Da Spinea, giunti a Chirignago svoltano per via dei Parroco e dal cavalcavia vía Trieste riprendono il percorso regolare

• da Venezia, percorso regolare.

Linea 66 Chirignago - Venezia

• Da Chirignago capolinea, effettuano partenza dalla fermata opposta direzione Spinea, proseguono per Chirignago centro, via del Parroco e dal cavalcavia di via Trieste riprendono il regolare percorso.

• Da Venezia, percorso regolare.

Viene istituita una fermata provvisoria in via del Parroco, incrocio via Sant'Elena.

Linea 7L Avanti - Venezia

• Effettuano partenza da fermata di via Miranese incrocio via Piemonte "Farmacia". Le corse scolastiche Interessate al transito effettuano le medesime deviazione delle linee sopra citate. Viene infine istituito un servizio navetta che effettua servizio tra via Miranese incrocio via del Bosso e rotatoria Amelia e viceversa.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuova ordinanza in Veneto: novità per le attività commerciali e limitazioni in vigore

  • Domani nuova ordinanza in Veneto, Zaia: «Misure per garantire la salute pubblica»

  • Perché conviene stendere il bucato all'aperto anche in inverno

  • Venezia fa il pieno di stelle Michelin, 8 i ristoranti premiati

  • Coronavirus, il prossimo mese il Veneto potrebbe essere area a rischio elevato

  • Coronavirus, bollettino di oggi: i numeri in Veneto e provincia di Venezia

Torna su
VeneziaToday è in caricamento