menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Predoni scatenati in via Miranese: in un'ora due fughe dalla finestra

I ladri sono stati scoperti in casa dai proprietari alle 19 e alle 20 di domenica. Il primo allarme in via Trento, il secondo in via delle Regioni

Non si sono fatti problemi nell'entrare in azione in pieno giorno, nel tardo pomeriggio di domenica. Quando ancora il tratto mestrino di via Miranese era piuttosto trafficato. Una zona presa di mira dai ladri, tant'è vero che in due occasioni sono stati sorpresi in casa dai proprietari e sono dovuti fuggire a gambe levate per evitare guai.

Il primo allarme scatta verso le 19 in via Trento, quando una signora rientra in casa proprio mentre i predoni gliela stavano svaligiando. Si tratta di due delinquenti che alla vista della donna sono fuggiti da una finestra raggiungendo di corsa un'auto di colore scuro. In pochi istanti i delinquenti hanno imboccato la vicina via Miranese facendo perdere le proprie tracce in direzione di Spinea. Gli accertamenti delle forze dell'ordine non hanno avuto esiti, mentre pare comunque che il bottino dell'incursione si sia rivelato piuttosto misero. Fortunatamente la proprietaria non ha dato il tempo agli intrusi di assestare con calma il colpo che si erano prefissati.

A circa un'ora di distanza, però, a non più di dieci minuti a piedi, nella vicina via delle Regioni, è toccato a un altro residente trovarsi un ladro in casa. Verso le 20, infatti, l'uomo ha sorpreso il delinquente mentre fuggiva dal balcone dell'abitazione, per poi scappare di corsa sempre in via Miranese. Inutile l'inseguimento a piedi del derubato. E' probabile che nelle vicinanze l'intruso avesse qualche complice in auto pronto ad agevolargli la fuga. Si tratta di un predone sulla quarantina, vestito con giubbino nero e jeans. Con probabile accento dell'Est Europa. Anche in questo caso i controlli in zona non hanno permesso di individuare il topo d'appartamento, che prima dell'arrivo del proprietario era riuscito a impossessarsi di cinque telefoni cellulari.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento