MestreToday

Ladri in centro a Mestre: vetrina spaccata a mazzate e fuga con gli occhiali rubati

Furto nell'ottica Pienne di via Olivi, poi un tentativo a vuoto allo store Fastweb. I ladri hanno perso sangue, indaga la polizia

La vetrina rotta (foto Nicole Lincetto)

I ladri sono entrati in azione in piena notte nel centro di Mestre, in via Olivi. Alcuni residenti sono stati svegliati dal frastuono, perché i malviventi (in due, stando alle testimonianze) hanno utilizzato una mazza di ferro da cantiere per spaccare una vetrina, quella dell'ottica Pienne: sono riusciti a praticare un varco e a infilare le mani all'interno, racimolando alcune paia di occhiali esposti. Dopodiché sono passati al negozio Fastweb, poco più avanti, e anche lì hanno iniziato a martellare il vetro ma si sono interrotti quasi subito, forse disturbati dall'arrivo delle volanti. A quel punto sono fuggiti abbandonando l'attrezzo sul posto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Furti nei negozi in centro a Mestre

La polizia è intervenuta sul posto poco dopo le chiamate dei residenti, intorno alle 3 e mezza. I ladri nel frattempo si erano dileguati, probabilmente scappando a piedi verso via Cappuccina. Dopodiché sono state avviate le indagini per dare un nome ai responsabili, indagini che potrebbero essere aiutate dalle immagini delle telecamere e anche dalle tracce lasciate dai malviventi: mentre frantumavano la vetrina, infatti, si sono probabilmente tagliati e hanno perso del sangue. La mattina successiva è arrivata sul posto anche la polizia scientifica, che ha eseguito tutti gli accertamenti del caso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Una soluzione "chiavi in mano" per ricostruire casa con il superbonus 110%

  • La storia del macellaio assassino che ha dato il nome alla Riva de Biasio

  • Crescono i casi di coronavirus, i numeri di Veneto e provincia di Venezia

  • Coppia di turisti aggredita e picchiata da una baby gang a Campo Santa Margherita

  • Vishing, la truffa che "svuota" il conto corrente: tre denunce

  • Un festival del cicchetto a Mestre: «Tradizione gastronomica, offerta turistica di qualità»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeneziaToday è in caricamento