MestreToday

Falso addetto Enel truffa gli utenti e mette a segno due furti, individuato poche ore dopo

La polizia ha fermato venerdì un uomo autore di un doppio raggiro ai danni di altrettanti mestrini. Si era presentato chiedendo le bollette, poi aveva approfittato della loro distrazione

Si aggira nella terraferma veneziana presentandosi alle case come addetto Enel, poi approfitta della distrazione dei proprietari di casa per impossessarsi dei loro beni. Due episodi quasi identici sono andati in scena venerdì pomeriggio, entrambi segnalati alla polizia che alla fine è riuscita a individuare il presunto responsabile.

Il primo in via Duca D'Aosta: l'anziano apre allo sconosciuto, che si presenta come operatore della compagnia di fornitura di energia elettrica, si introduce in casa e gli fa firmare alcune bollette. L'uomo si insospettisce, ma il truffatore è molto veloce e si impossessa di una spilla d'oro prima di andarsene. Segue l'allerta al 113 da parte della vittima. Secondo episodio invece in via Gazzera Alta. Stesso modus operandi, in questo caso il padrone di casa viene derubato di un portafoglio. Entrambi i furti avvengono in mattinata.

Le pattuglie della polizia, raccolte le testimonianze e la descrizione del truffatore, lo individuano poche ore dopo in via Ca' Rossa. Lo identificano per E.F., marocchino di 49 anni con precedenti, e lo denunciano a piede libero per il reato di furto in abitazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Venezia fa il pieno di stelle Michelin, 8 i ristoranti premiati

  • Incidente in auto nel pomeriggio: morto un 19enne di Mira, grave un suo coetaneo

  • Addio ad Andrea Michielan, morto a 21 anni

  • Nuova ordinanza in Veneto: «Il sabato medi e grandi negozi posso rimanere aperti»

  • Schianto tra un'auto e uno scooter, morto un 17enne

  • Coronavirus, bollettino di oggi: i numeri in Veneto e provincia di Venezia

Torna su
VeneziaToday è in caricamento