Lunedì, 18 Ottobre 2021
Mestre Mestre Centro / Corso del Popolo

Razzia nell'albergo chiuso: spariscono 13 televisori

Scoperto e denunciato un cittadino italiano di 33 anni, tra i responsabili del furto all'hotel Ambasciatori in corso del Popolo a Mestre usato come bivacco abusivo

L'hotel chiuso da quasi un anno in corso del Popolo, a causa della pandemia, diventa luogo abusivo di bivacco e magazzino per il rifornimento di televisori (rubati): la polizia ha individuato uno dei responsabili del furto di 13 Tv dell'hotel Ambasciatori a Mestre e lo ha denunciato.

Prima la struttura era stata scelta come alloggio da alcuni sbandati i quali, per alcuni giorni, si erano limitati a entrare e uscire indisturbati. Poi dall'hotel sono iniziati a sparire alcuni televisori. Mercoledì 23 giugno la polizia ha denunciato un cittadino italiano, D.G. di 33 anni senza fissa dimora per i furti avvenuti alcune settimane prima. Gli agenti del Commissariato di Mestre, dopo alcuni giorni di accurate indagini, sono riusciti a ricostruire i movimenti di uno dei ladri e ad attribuirgli il furto.

I poliziotti, allertati dai proprietari dell’albergo dopo la scoperta di quanto avvenuto hanno accertato che l’uomo, introdotto abusivamente all’interno dell’hotel insieme ad altre persone inizialmente si era limitato a utilizzare l'albergo come dimora, bivaccando all'interno e lasciando nelle camere rifiuti di ogni genere. Poi i ladri, indisturbati, hanno iniziato a trasportare via le tv poco per volta, usando anche un carrello dell’hotel per trasportare le televisioni che pesavano tanto. Per il furto di 13 dei complessivi 30 televisori rubati gli investigatori sono riusciti a dare un nome ad uno dei ladri. L’uomo era noto alle forze dell’ordine per altri furti.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Razzia nell'albergo chiuso: spariscono 13 televisori

VeneziaToday è in caricamento