menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Nello zaino due tenaglie e l'abito griffato: "Il regalo di Natale per la mia ragazza". Arrestato

Il vestito, del valore di 240 euro, è stato rubato alla Coin di Piazza Barche nel pomeriggio di martedì. Il ladro si aggirava con fare sospetto, seguito a vista dalla vigilanza

Voleva fare un regalo alla propria fidanzata, e quale modo migliore per "risparmiare" se non quello di rimuovere le placche antitaccheggio con un tranciante? Nel pomeriggio di martedì, attorno alle 14, gli agenti delle volanti di Mestre hanno arrestato per furto aggravato F.V.D., 25enne italiano, già gravato da precedenti penali per reati contro il patrimonio. Dopo essere stato colto con le mani nel sacco.

Il 25enne, per fare un regalo di Natale di valore, si aggirava all'interno del Coin di Piazza Barche, con tanto di zaino in spalla. I dipendenti del punto vendita hanno subito notato il ragazzo, che si guardava attorno nel reparto di abbigliamento da donna, con fare sospetto. Dopo un breve "tour", ecco l'oggetto del desiderio: un abito griffato, di colore nero, del valore di 240 euro. Il ragazzo non c'ha pensato su due volte, ha preso il capo e si è diretto verso i camerini del reparto uomo. Il tutto monitorato dal personale, che ha subito capito che le intenzioni del giovane non erano certo quelle di acquistare il vestito.

Il 25enne è entrato nel camerino con l'abito, per poi uscirne alcuni minuti dopo. Senza alcuna traccia del vestito. Immediato è stato il controllo dell'addetto alla sicurezza, che ha appurato come l'abito non fosse stato lasciato all'interno della cabina, ma la placca antitaccheggio sì, danneggiata, appena stata rimossa. La guardia si è quindi precipitata a bloccare il ladro, che nel frattempo era uscito dal negozio senza destare il minio sospetto alle casse. Colto in flagrante, al ragazzo non è rimasto altro da fare che aprire lo zaino, all'interno del quale aveva nascosto l'abito rubato, nonché due tenaglie in metallo.

Una volta giunta sul posto la volante della polizia, gli agenti hanno verbalizzato quanto successo, constatando sui propri terminali come il 25enne fosse già gravato da precedenti, oltre che da un avviso orale del questore della provincia di Treviso, risalente al 2014. In considerazione del suo "palmarès", il giovane è stato arrestato in flagranza di reato, nonché deferito per il possesso di oggetti atti ad offendere, poi sequestrati. Di fronte agli agenti il ragazzo ha cercato di giustificarsi, dicendo di essersi voluto procurare un regalo di Natale di valore per la propria fidanzata. Per lui sono scattati, successivamente, gli arresti domiciliari.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Attualità

Caldo anomalo, temperature record per febbraio

Ultime di Oggi
  • Attualità

    L'assist del comandante: «Sì alle uscite nel rispetto delle regole»

Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento