menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Squarciata la cassaforte a due passi dalla piazza, negozio ripulito

Il colpo nella notte tra martedì e mercoledì da "Dani abbigliamento" di piazzetta Matter. Dentro si trovava il fondo cassa di quasi mille euro

Evidentemente non aveva ancora finito di razziare la città. La banda che martedì ha imperversato tra le abitazioni mestrine, con ogni probabilità ha continuato la propria opera anche nella notte. Stavolta mettendo nel mirino il negozio di abbigliamento "Dani" di piazzetta Matter, a letteralmente due passii da piazza Ferretto. I banditi quindi sono entrati in azione noncuranti di stare svaligiando un esercizio attaccato al "salotto" cittadino. Sempre che non si tratti di una batteria diversa rispetto a quella che poco prima aveva messo nel proprio mirino un appartamento di via Tasso, laterale di corso del Popolo, e un'altra abitazione di Asseggiano.

Dopo essere riusciti a penetrare nel negozio, i delinquenti si sono completamente disinteressati dei vestiti (fatto perlomeno singolare). Puntando dritto alla cassaforte. Segno che volevano solo contanti, il resto interessava poco. Dopo aver raggiunto il loro obiettivo, quindi, hanno usato le maniere forti. Arraffando quanto era custodito all'interno. La segnalazione alla polizia è partita la mattina seguente intorno alle 10, quando i proprietari, entrando nel negozio, si sono ritrovati davanti all'evidenza del furto. Nulla da fare per loro, se non avvertire il 113 e constatare la sparizione dell'intero fondo cassa, quasi mille euro.

I furti analoghi di compiuti nella serata di martedì avevano coinvolto un'abitazione ad Asseggiano e un'altra in zona corso del Popolo, entrambe provviste di cassaforte. Si tratta evidentemente di una banda che punta a scardinare o squarciare forzieri per garantirsi bottini ingenti. E che martedì è riuscita a lasciare il segno in città.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento