Giovedì, 13 Maggio 2021
Mestre Mestre Centro / Via Augusto Murri

In due per forzare un furgone della Sme, uno finisce in manette

La segnalazione è arrivata martedì in questura e subito una volante è corsa sul posto, inseguendo i ladri che fuggivano in bicicletta

Cercano di forzare un furgone della Sme, ma il “colpo” viene sventato dall'arrivo di una volante e uno dei due ladri ha finito col venire arrestato. Martedì pomeriggio in via Murri è scattato un vero e proprio inseguimento tra biciclette e auto della polizia, ma uno dei due malviventi è comunque riuscito a sparire, seminando gli agenti.

MERCE PREZIOSA – Tutto è partito da una segnalazione arrivata alla sala operativa della questura. All'angolo tra via Verdi e via Murri, infatti, due individui stavano forzando le portiere dell’abitacolo di un furgone cassonato Iveco Daily di colore arancione della ditta Sme, probabilmente alla ricerca di apparecchi elettronici di valore. Una volante, già in zona per la ronda di routine, è subito accorsa sul posto. Avvistati gli agenti, i due banditi sono saltati in sella alle loro bici e sono fuggiti in direzione di via Bonaiuti. I poliziotti hanno iniziato subito l’inseguimento dei fuggitivi, riuscendo a raggiungere e a bloccare, nell’adiacente via Paganini, uno solo dei due, mentre l’altro uomo è riuscito a dileguarsi lungo la via, facendo perdere le proprie tracce.

IN ARRESTO – A finire in manette è stato un cittadino lituano di appena vent'anni. Portato in questura, il ragazzo è stato identificato e poi sottoposto ai rilievi foto-dattiloscopici presso il locale gabinetto di polizia scientifica, con relativi riscontri Afis. La bicicletta utilizzata dal giovane per portarsi sul posto e per darsi alla fuga aveva il lucchetto di serie, ovvero quello fisso al telaio, completamente tranciato, e gli agenti hanno quindi ritenuto che con ogni probabilità la due ruote fosse stata rubata e quindi è stata sequestrata. Inoltre la persona fermata, non svolgendo alcuna attività lavorativa ed essendo in Italia senza fissa dimora, non era in grado di giustificarne il possesso. Il ragazzo ora è in carcere in attesa di giudizio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In due per forzare un furgone della Sme, uno finisce in manette

VeneziaToday è in caricamento