Mestre Mestre Centro / Piazza Erminio Ferretto

Secondo colpo in otto mesi al negozio Tim di piazza Ferretto

I ladri hanno usato il palo di un segnale stradale e un piccone. Hanno aperto un buco nella vetrina e si sono portati via quattro smartphone

Secondo colpo in otto mesi per il centro di telefonia Tim di piazza Ferretto a Mestre. Dopo la razzìa di cui rimase vittima lo scorso novembre, l'altra notte un gruppetto di furfanti è entrato di nuovo in azione. I delinquenti hanno preso il paletto metallico di un segnale stradale e lo hanno scagliato contro la vetrina del negozio. Nonostante le misure antisfondamento i furfanti si sono riusciti in questo modo ad aprire un pertugio di una ventina di centimetri.

Il "minimo sindacale" per riuscire a insinuare un braccio e impadronirsi di ciò che si trovava a portata di mano. L'allarme è stato lanciato verso le 3.30 di notte da una guardia giurata che avrebbe dichiarato alla volanti di aver visto il gruppetto di ladri allontanarsi di corsa. Forse tre, forse quattro i banditi. E' stato utilizzato anche un piccone ritrovato poi vicino alla galleria del Duca d'Aosta. A novembre scorso i ladri sfondarono con fatica la porta d'ingresso del negozio, ferendosi. Una volta all'interno trafugarono una quindicina di telefoni cellulari di ultima generazione per un bottino che allorà sfiorò i diecimila euro. La spaccata fece scalpore in centro, anche perché l'area venne messa in sicurezza a causa dei frammenti di vetro.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Secondo colpo in otto mesi al negozio Tim di piazza Ferretto

VeneziaToday è in caricamento