menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Senza patente con la Vespa rubata, prende a calci e pugni gli agenti

Protagonista dell'aggressione un 27enne, bloccato martedì in piazzale Bainsizza a Mestre. Avrebbe dovuto essere agli arresti domiciliari

Viene fermato, ma cerca di fuggire. Poi, non contento, reaigisce con violenza alle forze dell'ordine. Momenti concitati, martedì pomeriggio, nel centro di Mestre: sono le 15 circa quando una pattuglia di polizia del reparto prevenzione crimine di Padova ferma la corsa di un cittadino moldavo, M.A., 27 anni. Il controllo avviene in piazzale Bainsizza, il ragazzo è alla guida di una Vespa Piaggio.

Ci vogliono pochi istanti per capire che il motoveicolo è oggetto di furto, regolarmente denunciato lo scorso 15 ottobre al commissariato di Mestre. A quel punto il giovane si dà alla fuga, ma viene velocemente raggiunto. Quando si trova a tu per tu con i poliziotti, anziché collaborare, si scaglia contro di loro con calci e pugni.

Gli agenti infine lo bloccano e lo accompagnano in questura per il fotosegnalamento. Qui viene denunciato per ricettazione, resistenza e guida senza patente. Ma non è finita, perché oltretutto si scopre che risulta sottoposto alla misura degli arresti domiciliari: inevitabilmente per lui scatta l'arresto per evasione, come da disposizione del Pm di turno.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Attualità

Caldo anomalo, temperature record per febbraio

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento