menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Colpo da record in via Milano, i ladri colpiscono prima di pranzo

I delinquenti hanno approfittato di un momento in cui in casa non c'era nessuno. Rubati gioielli e pellicce per decine di migliaia di euro

Ancora furti a Mestre, in pieno centro: a venire colpita questa volta è stata un'abitazione privata in via Milano; ma, se difficilmente stupirà scoprire che i criminali hanno agito di nuovo nelle laterali di corso del Popolo, ad allarmare residenti e forze dell'ordine è il modus operandi dei ladri, che, come riportano i quotidiani locali, hanno agito poco prima di mezzogiorno, sfruttando un brevissimo lasso di tempo in cui la casa era sguarnita, tradendo quindi una preparazione e una conoscenza delle abitudini delle vittime assolutamente inquietante.

COLPO DA RECORD – Oltre ad aver studiato con attenzione gli orari quotidiani dei padroni di casa, comunque, i delinquenti devono essere riusciti anche a lanciare più di una lunga occhiata all'interno dell'abitazione: i malviventi hanno infatti rischiato molto, agendo tra le 11 e le 12 di martedì mattina, ma sapevano bene che ne valeva la pena poiché una volta all'interno sono riusciti a mettere le mani su ori, gioielli, argenteria di pregio e persino due pellicce di gran valore, rubando merce per decine di migliaia di euro. Al rientro in casa per il pranzo ai proprietari non è rimasto altro da fare che chiamare il 113 e, nel pomeriggio, procedere all'inventario dei beni rubati mentre la polizia scientifica effettuava i primi rilievi. Il furto, comunque sembra sia opera di professionisti navigati: nonostante l'ora e il gran movimento nella zona nessuno, né tra i vicini né tra i passanti, ha notato o sentito nulla di anomalo e i ladri hanno potuto agire in fretta e indisturbati.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento