Martedì, 18 Maggio 2021
Mestre Mestre Centro / Via Mestrina

Delirante 27enne in un negozio a Mestre minaccia e picchia i poliziotti

Un brutto quarto d'ora per i dipendenti di un'agenzia viaggi in via Mestrina per un giovane che era entrato e aveva cominciato a sputare e offendere le persone presenti. Ora si trova in carcere

Furioso senza un’apparente ragione: molesto e poi violento. Un brutto quarto d’ora per i dipendenti di un’agenzia viaggi di Mestre, in via Mestrina. Ieri, sgomenti davanti al 27enne di origine indiana che si era presentato in negozio, hanno dovuto chiamare d’urgenza il 113. Il ragazzo era entrato e aveva subito cominciato ad offendere i presenti, pronunciare frasi sconnesse e persino a sputare contro alcune persone. Non si è calmato nemmeno quando ha visto le divise. Anzi, il suo atteggiamento a quel punto è diventato violento. Proprio sul poliziotto che stava cercando di farlo ragionare il 27enne si è scagliato con un calcio al petto. Non ne voleva sapere di calmarsi. Durante il suo delirio aveva cominciato a mulinare pugni e calci e a colpire i cassonetti.

Si è reso così necessario l’intervento dei sanitari del 118, ma anche dentro l’ambulanza, nonostante fosse stato legato, il giovane ha dato in escandescenze. Sputi, minacce e offese contro infermieri e poliziotti di supporto. Dagli accertamenti sulla sua fedina penale sono emersi poi i precedenti per detenzione di stupefacenti e a quel punto i poliziotti hanno deciso di arrestarlo per reati di violenza, minaccia, resistenza e oltraggio a pubblico ufficiale. Il pm di turno ne ha disposto oggi il trasferimento in carcere a Santa Maria Maggiore.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Delirante 27enne in un negozio a Mestre minaccia e picchia i poliziotti

VeneziaToday è in caricamento