menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Giovane trovato morto in casa a Mestre: si sospetta l'ennesimo decesso per overdose

A lanciare l'allarme verso le 16 di martedì sono stati i genitori. Sul posto, in un appartamento di via Ca' Rossa, si sono portati sanitari e polizia. I soccorsi si sono rivelati inutili

A lanciare l'allarme sono stati i genitori, che hanno chiesto aiuto al 118 dopo aver trovato il figlio privo di sensi nella sua abitazione. Ennesima giovane vita che si spegne troppo presto in città, e gli inquirenti sono al lavoro per stabilire se possa trattarsi di un decesso dovuto all'assunzione di droga. A collassare è stato un 27enne di probabili origini dell'Est Europa con un passato caratterizzato da presunti problemi di tossicodipendenza.

SOCCORSI INUTILI

I sanitari intervenuti sul posto hanno dovuto desistere: il medico non ha potuto far altro che constatare il decesso, su cui in queste ore si sta cercando di far luce. Una delle ipotesi sul tavolo, tra le altre, è che a metterci lo zampino possa essere stata l'assunzione di qualche stupefacente, come quell'eroina "killer" che nel recente passato ha causato ben 8 vittime in città. Una strage che non accenna a fermarsi, nonostante arresti, sequestri e indagini delle forze dell'ordine.

IPOTESI E DUBBI

A un primo esame esterno della salma, che si trovava in camera da letto, non sarebbero stati ravvisati segni evidenti di assunzione di dosi o utilizzo di lacci o siringhe, dunque gli inquirenti si muovono con cautela. Con ogni probabilità il magistrato di turno disporrà l'autopsia per poter chiarire fino in fondo le cause del decesso e, nel caso, stabilire con esattezza le caratteristiche dello stupefacente. Il medico legale ha effettuato un primo sopralluogo già nell'appartamento in cui si è verificata la morte, al quarto piano di un condominio.  In città gira una partita di eroina più pura rispetto al solito che può rivelarsi fatale soprattutto per chi non è un consumatore abituale. Questo il filo rosso che collega parte delle morti per overdose degli ultimi tempi.

UN LUNGO ELENCO DI TRAGEDIE

La tragedia non molto distante da dove una 21enne, dopo aver assunto eroina, collassò per strada davanti agli occhi del fidanzato perdendo la vita. "Un'altra vittima dell'indifferenza delle istituzioni e delle leggi obsolete incapaci di fronteggiare l'emergenza", ha commentato il presidente del CMP, comitato Marco Polo, Luigi Corò, che sabato scorso ha organizzato una manifestazione davanti all'ex falegnameria Rosso, diventata uno dei simboli dello spaccio e del consumo di eroina a Mestre e Marghera. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento