menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Non mangio da giorni", gli punta il coltello dritto alla gola e lo rapina

L'aggressione nei giorni scorsi a Mestre, nel parco di via Bissagola. Vittima un 28enne derubato di uno smartphone. Colpo pure in via Teano

C'è un rapinatore "affamato" che gira in città. Che giustifica le proprie malefatte alla vittima di turno spiegando (con toni certo non proprio amichevoli) che lui ha fame. Dopo il caso dell'anziano residente a Marghera aggredito con un coltello in viale Vespucci a Mestre mentre si apprestava ad attraversare la strada, qualche giorno fa, come riporta il Gazzettino, è stato il turno di un 28enne mestrino venire minacciato da una lama.

Il giovane stava passeggiando per il parco di via Bissagola. Un uomo all'improvviso gli si sarebbe avvicinato, cappello in testa e capelli rasati. Alto un metro e ottanta e molto magro. Anche in questo caso l'approccio è stato identico: il delinquente, dissimulando le proprie intenzioni, avrebbe chiesto che ora fosse alla vittima di turno. Non appena quest'ultima ha estratto il proprio smartphone è scattato l'assalto. Con il coltello puntato alla gola.

A quel punto il giovane sotto tiro non ha potuto far altro che consegnare il cellulare e pure i pochi soldi che aveva con sé: dieci euro. Sul posto le Volanti della polizia, ma del ladruncolo nessuna traccia. Disavventura molto simile qualche ora più tardi anche per un cittadino cinese sceso dall'autobus nei pressi di via Teano. E' stato raggiunto da un pugno in pieno volto da un violento dai capelli rasati. Il bandito se n'è andato con i 350 euro che l'uomo aveva in portafoglio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Sciopero generale, Sgb incrocia le braccia per 24 ore nei trasporti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento