menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rovista la spazzatura, si imbatte in una granata in un cassonetto

Un barbone nei dintorni di via Duca D'Aosta a Mestre martedì sera verso le 23 ha trovato un ordigno. Poi si è scoperto che era un soprammobile

Si mette a rovistare nella spazzatura e si imbatte in una granata inesplosa con ancora la spoletta attaccata. Integra. Momenti di paura per un senzatetto nei dintorni di via Duca D'Aosta a Mestre nella tarda serata di martedì. Mancavano pochi minuti alle 23 quando, sceso in strada, l'individuo ha raggiunto un cassonetto. Di certo, una volta aperta la copertura, non pensava di imbattersi in quello che a prima vista sembrava in tutto e per tutto un ordigno che ancora avrebbe potuto esplodere.

La granata, del tipo "a ananas", si trovava all'interno di una custodia di una macchina fotografica che a sua volta era custodita in una borsa da donna. Come dire, un rifiuto "speciale". Per la sua carica esplodente. Chi ha deciso di liberarsene in una laterale di via Piave? Immediata la chiamata dell'uomo al 113. L'area è stata quindi messa in sicurezza per permettere agli artificieri di recuperare l'ordigno e portarlo via, con vigili del fuoco e un'ambulanza del 118 nei paraggi pronti a intervenire in caso di emergenze. Come da protocollo.

A un'ora dalla segnalazione le forze dell'ordine hanno lasciato la zona, al termine delle operazioni di recupero. Dopo che la macchina dell'emergenza si è messa in moto, gli accertamenti sono proseguiti. Si è scoperto subito che quell'ordigno, una tipologia che venne utilizzata anche durante la  seconda guerra mondiale, altro non era che un fac-simile. Un soprammobile o un giocattolo. Assolutamente inoffensivo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Attualità

L'isola di Santa Maria delle Grazie può uscire dall'abbandono

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento