rotate-mobile
Mestre Mestre Centro / Viale San Marco

Guasti al tram: Enel, Pmv e Actv uniti alla ricerca di una soluzione

Dopo una settimana da dimenticare per il "siluro rosso" i tecnici sono impegnati per rimettere in sesto le linee in vista della commissione ministeriale

Che il tram sia in ritardo non è certo un mistero, e nessuno si stupisce più che l'arrivo a piazzale Roma negli ultimi mesi sia stato posticipato da un ottimistico “prima dell'inizio delle scuole” ad un generico “prima di fine anno”, d'altronde il “siluro rosso” non è ancora entrato in servizio nella tratta di Marghera e, dopo i ripetuti guasti delle ultime settimane, c'è da chiedersi cosa verrà fuori dai controlli della commissione ministeriale, in arrivo mercoledì e giovedì per dare il via libera verso il Panorama. Proprio in vista delle verifiche, e alla ricerca di una soluzione che metta la parola fine alle interruzioni di servizio, lunedì i tecnici Enel, Actv e Pmv si sono riuniti un'ultima volta prima dell'esame finale.

CALI DI TENSIONE – Il tram, come riportano i quotidiani locali, esce da un fino settimana decisamente negativo: fermo in deposito dalle 16.30 di sabato, è ripartito solo intorno alle 19 di lunedì (nonostante si avesse garantito il ritorno sulle rotaie già domenica pomeriggio), e fino ad allora a “coprire” i suoi percorsi ci hanno pensato i soliti autobus sostitutivi. Solo pochi giorni prima, poi, un guasto al quadro elettrico di viale San Marco aveva causato un'altra interruzione. È quindi evidente che il “siluro rosso” ha seri problemi di alimentazione, ma su chi ne sia “colpevole” la discussione pare essere ancora aperta: Enel sottolinea che i guasti si sono verificati nella rete elettrica di Pmv, con cui quindi non ha nulla a che fare, e ribadisce la necessità di un'importante manutenzione della stessa, sia sulla linea primaria che su quella secondaria, di emergenza (rendendosi anche disponibile per aiutare); Pmv, dal canto suo, vorrebbe vedere i registri della società elettrica per esaminare i diversi episodi e capire meglio cosa stia succedendo. Di chiunque sia la responsabilità, il problema va risolto entro mercoledì, o si rischia di restare ancora a lungo ad aspettare il “siluro rosso” alle fermate di Marghera.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Guasti al tram: Enel, Pmv e Actv uniti alla ricerca di una soluzione

VeneziaToday è in caricamento