MestreToday

La musica dei millennials per riprendersi i luoghi "caldi" della città, è l'Hybrid Buskers

Appuntamento a sabato 23 giugno, quando 9 giovani band musicali che provano durante l'anno alla Torre di Mestre si esibiranno durante tutta la giornata tra Mestre e Marghera

Sabato 23 giugno, in concomitanza con Art Night, la notte bianca dell’arte organizzata da Ca’ Foscari in collaborazione con il Comune di Venezia, la musica invaderà Mestre e Marghera con Hybrid Buskers. Nove giovani band musicali, composte da ragazzi under 30, scelte fra quelle che frequentano la sale prove della Hybrid Music, si esibiranno, durante tutta la giornata, senza palchi e senza amplificazioni di nessun tipo, anche in luoghi normalmente considerati difficili, per riempire la città di suoni unplugged (non amplificati elettronicamente).

Giovani all'opera

L'evento è stata presentato giovedì mattina dall’assessore comunale alla Coesione sociale, Simone Venturini, e dal dirigente del settore Cultura del Comune di Venezia, Michele Casarin. “Ancora una volta scegliamo di puntare sui giovani – ha esordito l’assessore – perché crediamo sia importante uscire dall’autoreferenzialità e dare ai ragazzi l’opportunità di mettere alla prova il loro talento su un palcoscenico vasto, moderno, metropolitano, quali sono le città di Mestre e di Marghera. Si tratta di un primo esperimento ma, certi del successo di questa prima edizione, stiamo già pensando di riproporla nel corso dell’estate. Tutto nasce dalla sala prove Hybrid Music che, in più di 6 mesi di attività, ha già all’attivo oltre 660 giovani musicisti che la frequentano abitualmente”.

La mappa dove si esibiranno le band

hybrid mappa-2

Bollino rosso

"Hybrid Buskers" è un’iniziativa a cura del Settore Cultura del Comune di Venezia, nata per favorire la diffusione della musica nel territorio e valorizzare, attraverso il talento musicale dei giovani, alcuni punti di passaggio che si rivelano essere, nell’economia dei luoghi e dei transiti, gli “snodi vitali” di una città che cambia continuamente il proprio assetto urbano. Ad animarsi saranno Marghera, Parco Albanese, Parco San Giuliano, Via Torino, Via Costa, Piazzale Donatori di Sangue, via Mestrina, via Piave, Piazzetta Zorzetto. Le zone individuate saranno contrassegnate da uno sticker segnaposto rosso con la scritta Hybrid Buskers e con i loghi del Comune di Venezia e del Settore Cultura. Affinché le esibizioni possano essere facilmente individuate, oltre alle brochure stampate, all'indirizzo www.comune.venezia.it/it/content/luoghi-buskers è disponibile la mappa interattiva on-line con indicati i luoghi esatti dove saranno posizionati i gruppi musicali e informazioni su quest’ultimi.

IMG-20180614-WA0029_1528977008560-2

Gli organizzatori hanno inoltre sottolineato che, molte fra le band scelte, pur nascendo come “elettriche”, hanno accettato la sfida di riarrangiare i propri brani e di esibirsi senza il supporto dell'amplificazione, e quindi l'iniziativa ha anche un valore formativo specifico per i ragazzi chiamati a dare un proprio contributo musicale all'impresa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Visite ad amici o parenti in casa: le regole per il Veneto da sabato

  • Cav: due anni di canone Telepass gratuito per i residenti di Venezia, Treviso e Padova

  • Chiude la Coop alla Nave de Vero. Al suo posto potrebbe arrivare Primark

  • Col nuovo Dpcm, dal 16 gennaio il Veneto rimarrà (quasi sicuramente) in area arancione

  • Bozza del nuovo Dpcm: stretta sui bar, punto su visite e scuola

  • Zaia conferma: «Il Veneto sarà in area arancione»

Torna su
VeneziaToday è in caricamento