Mestre Mestre Centro / Via Giustizia

Dopo lo sgombero il principio d'incendio all'ex segheria Rosso: pompieri sul posto

Il piccolo rogo è divampato venerdì mattina in via Giustizia a Mestre, originato da qualche bivacco spuntato nelle ore successive all'intervento di polizia locale e operatori Veritas

Evidentemente lo sgombero scattato giovedì mattina, con l'intervento di polizia locale e operatori Veritas, non ha sortito gli effetti sperati. Qualcuno nottetempo si è intrufolato di nuovo nell'ex segheria Rosso di via Giustizia a Mestre per poi scappare nel momento in cui le fiamme sono diventate ingestibili. Venerdì mattina sul posto si sono dovuti portare infatti i vigili del fuoco, con l'autoscala e un autobotte, per un principio d'incendio divampato all'interno della struttura. In sé poca cosa. Ma i pompieri hanno dovuto usare tutte le cautele visto che l'edificio è abbandonato da 13 anni. Non è escluso che le fiamme possano essere state appiccate intenzionalmente come diversivo per poi scappare dalla parte opposta a via Giustizia prima del previsto arrivo degli agenti per ultimare la chiusura dei varchi aperti nell'immobile. I buchi sulla muratura saranno coperti e si cercherà di mettere i bastoni tra le ruote a eventuali futuri intrusi.

Incendio da un bivacco

L'incendio è scaturito da alcune bottiglie di plastica e poi si è allargato anche a dei materassi all'interno della "casetta" in fondo allam proprietà, vicino al confine con l'area di Rfi: si tratta di bivacchi spuntati nelle ore precedenti da chi sfrutta l'edificio per drogarsi o passare la notte. La centrale operativa del 115 ha contattato anche la direzione Rfi perché a pochi passi c'è il passaggio a livello: le sbarre sono state lasciate aperte per garantire l'intervento in sicurezza delle squadre di soccorso, giostrandosi con l'orario di transito dei treni.

Sgombero 24 ore prima

Solo 24 ore prima nello stabile di via Giustizia erano entrati gli agenti della polizia locale, che, con Veritas, avevano rimosso diversa immondizia lasciata da clochard e tossicodipendenti. Intanto all'area sarebbero interessati due investitori. Un progetto in ballo riguarda la possibile costruzione di una palazzina residenziale in posizione privilegiata. 
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dopo lo sgombero il principio d'incendio all'ex segheria Rosso: pompieri sul posto

VeneziaToday è in caricamento