menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il materiale sequestrato dalla Stradale

Il materiale sequestrato dalla Stradale

Inseguimento in Tangenziale, nei guai due clonatori di bancomat

Un 28enne e un 35enne di origini slave bloccati mercoledì sera prima dell'uscita per la Castellana. In auto decine di tessere magnetiche

L'auto l'hanno vista sfrecciare mercoledì sera sulla rotonda di Marghera subito fuori dalla tangenziale. Ha imboccato la A57 a forte velocità, in direzione Marcon. La manovra sospetta è avvenuta però sotto agli occhi di una pattuglia della polizia stradale, che ha deciso di mettersi alle calcagna di quel veicolo con targa slovena. Ne è scaturito un breve insegumento, che si è concluso in Tangenziale poco prima dell'uscita per la Castellana.

A bordo due persone dal comportamento nervoso, soprattutto il passeggero, un 28enne di nazionalità serba che stava tentando di distruggere con le mani tre tessere magnetiche con sopra appiccicati dei codici scritti su del nastro adesivo. Inevitabile quindi che le maglie degli accertamenti si stringessero ulteriormente. Il conducente, un 35enne di nazionalità croata, è stato denunciato anche per guida in stato di ebbrezza, visto il suo alito "inequivocabile" e gli occhi arrossati. I sospetti poi sono stati suffragati dall'alcoltest. Il "grosso" però era nascosto nell'abitacolo: gli agenti hanno trovato dei blocchetti di carte di credito e bancomat.

Una ventina quelli "vergini", molti di più quelli invece già lavorati. Vicino anche un lettore apposito di tessere magnetiche, oltre che varie pendrive, compact disk, hard disk, tessere carburante e telefoniche, scontrini di rifornimento, 5.300 euro in contanti e valuta straniera per circa 100 euro. Un piccolo bazar della truffa, di fatto. Ma sono saltati fuori anche un tirapugni e arnei da scasso. Segno che l'attività della coppia non era solo informatica, ma anche "fisica". Per loro inevitabile una denuncia per frode informatica, clonazione di carte di credito, possesso ingiustificato di valori, possesso ingiustificato di chiavi e grimaldelli, nonché porto d'armi e oggetti atti a offendere.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Attualità

L'assist del comandante: «Sì alle uscite nel rispetto delle regole»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento