menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
I carabinieri erano riusciti a bloccare l'uomo e a disarmarlo

I carabinieri erano riusciti a bloccare l'uomo e a disarmarlo

Accoltellamento di Mestre, aggressore resta in carcere: arresto convalidato

Dubbi sul motivo dell'aggressione. Arresto convalidato. Si sta riprendendo il ferito

Rimarrà in carcere il 27enne romeno che lunedì pomeriggio ha aggredito un uomo tenendolo in ostaggio e minacciandolo con un coltello da macellaio seminando il panico in piazzale Donatori di Sangue. Il giudice martedì mattina ha convalidato l'arresto e rinviato il processo. La vicenda si era consumata intorno alle 14 di fronte agli occhi dei passanti. 

I fatti

A lanciare l'allarme erano stati proprio i cittadini, che avevano chiamato i carabinieri per segnalare che il giovane, pregiudicato, teneva in ostaggio la vittima, un 61enne italiano, puntandogli un coltello in faccia e minacciava di morte chiunque si avvicinasse. I militari del nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Mestre sono riusciti a distrarre l'aggressore a disarmarlo. 

La lite per una sigaretta?

Il ragazzo, nel frattempo, aveva ferito la vittima con alcuni tagli sulla fronte e le aveva stretto forte il collo, tenendola a terra. A dire del 61enne, che ha risposto ad alcune domande degli investigatori dall'ospedale, il giovane lo avrebbe aggredito dopo che lui gli aveva chiesto una sigaretta. Una versione su cui ci sono ancora molti dubbi da parte dei carabinieri, che nelle prossime ore sentiranno nuovamente la vittima. I due sembra che si conoscessero, in quanto erano stati visti in un bar insieme poco prima.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bollo auto, prorogata ancora la scadenza del pagamento in Veneto

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento