Giovedì, 13 Maggio 2021
Mestre Zelarino

Predoni in casa dal tetto, ma il vicino è un poliziotto: ladra in arresto, complice in fuga

Momenti concitati nel tardo pomeriggio di lunedì a Zelarino. È scattato l'allarme, la padrona di casa si è messa a urlare e un agente fuori servizio si è precipitato in suo soccorso

È rientrata in casa e si è ritrovata a tu per tu con i ladri: tutto è successo lunedì pomeriggio, verso le 18, quando una donna residente a Zelarino nell'atto di tornare alla propria abitazione ha sorpreso un giovane sconosciuto mentre saltava giù dal cancello di casa. Quest'ultimo, probabilmente per confonderla, le ha chiesto con aria risoluta dove stesse andando. La situazione paradossale è stata interrotta pochi istanti più tardi, quando è scattato l’allarme di casa: a quel punto la signora ha cominciato ad urlare che c’erano i ladri, mentre il ragazzo si è allontanato.

La cattura

Le urla della signora hanno attirato l’attenzione di un vicino di casa che di mestiere fa il poliziotto (in quel momento fuori servizio). Si è precipitato in strada in tempo per intercettare una ragazza, proprio mentre questa cercava di fuggire saltando giù dalla recinzione dell’abitazione, quindi l'ha afferrata e bloccata. Intanto da poco distante un suv di colore grigio si è avvicinato ai due: dentro c'era il complice della ladra, un giovane sui 25 anni che si è rivolto al poliziotto intimandogli di lasciare andare sua cugina. Dopodiché, una volta capito che il suo ordine non sarebbe stato eseguito, ha ingranato la marcia ed è fuggito, lasciando la complice nei guai.

In carcere

Intanto sul posto è arrivata una volante della polizia. La ladra è stata presa in custodia e identificata per J.V., serba di 24 anni, con numerosi precedenti per furti, rapina, ricettazione e truffa. Con sé aveva un cacciavite lungo 25 centimetri. Da una prima ricostruzione dei fatti, sembra che i due si fossero introdotti in giardino e avessero cercato di forzare prima la porta principale e poi uno scuro al primo piano, senza successo. Infine avevano raggiunto il tetto ed infranto un lucernario a calci; una volta che la ragazza era entrata, però, era partito l'allarme, impedendole di portare a termine il colpo. Nei pressi del cancello è stato trovato un orologio Rolex, probabilmente bottino di un altro furto. La ladra è stata arrestata per furto in abitazione aggravato in concorso. Il giudice ha rinviato l’udienza per i termini di difesa e comminato per lei la custodia cautelare in carcere.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Predoni in casa dal tetto, ma il vicino è un poliziotto: ladra in arresto, complice in fuga

VeneziaToday è in caricamento