menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Spaccata al bar di San Giuliano: buco nel muro e fuga con la slot

I ladri sono entrati in azione alla Porta Rossa verso le 23 di domenica, nonostante il luogo trafficato. Telecamera di sorveglianza oscurata

"C'erano auto che transitavano e pure passanti, non hanno avuto paura di niente". A parlare è la titolare del bar Mansueto, al parcheggio della Porta Rossa del parco di San Giuliano. Un locale che domenica per il giorno festivo aveva chiuso i battenti, ma che comunque ha ricevuto una visita. Non erano clienti, ma ladri. I quali hanno agito in pochissimo tempo, visto che l'allarme si era messo a suonare e in pochissimo tempo sarebbero intervenute le forze dell'ordine. I delinquenti verso le 23 hanno preso un paletto che inibisce poco lontano il passaggio dei veicoli in un'area interdetta e l'hanno usato come ariete per spaccare la caratteristica porzione di parete in vetromattone del piccolo bar.

"Hanno praticato un foro appena sufficiente a farci passare la slot machine - dichiara Sara, la titolare - avevamo vetri ovunque. All'interno ci saranno stati circa 500 euro. Non hanno toccato nulla di altro, forse perché non ne hanno avuto il tempo". Fatto sta che la batteria ha deciso di entrare in azione in un luogo "rischioso" perché comunque trafficato. E una slot in ogni caso è un oggetto voluminoso da caricare in un veicolo. Fatto sta che nonostante l'intervento di una guardia giurata prima e delle volanti della questura poi, nessuno si sarebbe accorto di nulla.

"La vigilanza era appena passata per il solito giro - spiega la donna - con ogni probabilità erano appostati aspettando il momento giusto per colpire". Oltre al danno, però, la beffa: la telecamera di videosorveglianza che punta sul vicino parcheggio sarebbe stata trovata oscurata dei poliziotti. Qualcuno deve avere utilizzato dello spray per metterla fuori combattimento: "Ogni giorno aprono e danneggiano automobili lì - spiega la titolare del bar - è un bollettino di guerra quotidiano. E' un peccato. Forse così riuscivano a raccogliere qualche indizio utile". Gli accertamenti in ogni caso continuano: vicino all'esercizio ci sono comunque le telecamere del distributore Ip, ora al vaglio degli investigatori della questura. Almeno per riuscire a isolare il transito di qualche veicolo sospetto.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Estate 2021, Ryanair annuncia 65 nuove rotte dal Veneto

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento