menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Vede lo "spiraglio" per un furto e ci si butta a capofitto, arrestato

Un 50enne tunisino si è accorto di un finestrino mezzo aperto in corso del Popolo e si è impossessato di un pc portatile. Ma è stato bloccato

Ha visto uno spiraglio e ci si è buttato a capofitto. Letteralmente. Un ladro però non ha fatto i conti con il luogo dove ha deciso di entrare in azione: corso del Popolo, in pieno centro a Meste. Davanti a chi durante la mattinata transitava a piedi o in auto. Un 50enne tunisino, ben conosciuto dalle forze dell'ordine per il suo "curriculum criminale", è stato arrestato venerdì mattina da una volante della questura dopo aver cercato di trafugare un pc portatile che si trovava a bordo di un furgone.

Il proprietario del veicolo, infatti, si era allontanato per pochi minuti. Parcheggiando a lato strada. Doveva essere una sosta molto breve, cosicché ha deciso di tenere il finestrino aperto a metà. Non si aspettava di certo, però, di vedere poi il furfante infilarsi all'interno della cabina di guida dal pertugio e impossessarsi di una valigetta con all'interno un computer portatile Acer da 600 euro.

Il legittimo proprietario si è quindi subito fatto sotto, bloccando il delinquente e "passandolo in consegna" ai poliziotti. Nel frattempo intervenuti sul posto. Inevitabili le manette per il 50enne furto aggravato. In precedenza ha dovuto rispondere anche di rapina impropria e svariati furti. Era pure irregolare sul territorio nazionale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Assegno unico figli 250 euro al mese: come ottenerlo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento