menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Dall'happy hour al "legality hour": uno spritz per riprendersi le zone "calde" di Mestre

Sabato 6 maggio a La Tana di Oberix di via Trento è stato organizzato un aperitivo con buffet. Gli organizzatori: "I cittadini esercitino il diritto di riprendersi i propri spazi urbani"

Uno spritz per contrastare l'illegalità. E' quanto hanno organizzato il neo-formato CPTP (Comitato Piave Trento e Piraghetto) e il comitato Marco Polo a difesa del cittadino al locale "La Tana di Oberix", tra via Trento e viale Stazione a Mestre, a due passi dallo scalo ferroviario. Il ristorante sorge proprio all'angolo con via Monte San Michele, strada alle prese con pesanti problemi di spaccio. Soprattutto di marijuana e hashish. A quell'altezza a più riprese si sono verificate risse e problemi di ordine pubblico, per l'esasperazione dei residenti costretti a sopportare la presenza dei pusher per gran parte della giornata.

Per questo sabato prossimo, 6 maggio, a partire dalle 18 è stato roganizzato il "Legality Hour". Si tratta di un happy hour (aperitivo con in più buffet) del tutto particolare, per indurre i cittadini a vivere la propria città. Per riprendersi quegli spazi che spesso e sovente sono appannaggio di degrado e microcriminalità.

Appuntamento dalle 18 alle 20: "Vorremmo che diventasse un modo pacifico, conviviale e gioioso con cui i cittadini, contro la paura e la disillusione, possano esercitare il diritto di riappropriarsi di spazi urbani da troppo tempo in preda a questo tipo di problemi - dichiarano gli organizzatori - e manifestare così il loro essere uniti nell'azione civica, ribadendo che l'impegno per la legalità è di tutti, nessuno escluso". Per questo motivo l'iniziativa dovrebbe essere estesa anche ad altre zone "calde" mestrine. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento