Venerdì, 14 Maggio 2021
Mestre Mestre Centro / Via Francesco Zanotto

Policlinico San Marco, 5 licenziati ottengono fino a 22 mensilità

Sono stati davvero pochi, tra i 43 dipendenti "tagliati" dalla casa di cura, a ricorrere al giudice, ma il verdetto ha finalmente dato loro ragione

Non avranno indietro il loro impiego (come sarebbe successo forse prima della riforma Fornero), ma in cambio di quei licenziamenti considerati illegittimi si vedranno corrispondere da 18 a 22 mensilità. Questa, come riporta la Nuova Venezia, la decisione del giudice del Lavoro sul caso dei cinque dipendenti (su ben 43 in tutto che hanno subito la stessa sorte) che hanno deciso di passare alle vie legali contro il Policlinico San Marco di Mestre.

LICENZIAMENTO COLLETTIVO – Come anticipato, il taglio dei posti di lavoro alla casa di cura di via Zanotto aveva riguardato ben 43 dipendenti di vari settori, e cinque di essi hanno deciso di andare in aula contro il Policlinico. Il loro avvocato ha costruito la sua accusa sostenendo che i criteri di scelta dei licenziamenti siano stati utilizzati erroneamente, escludendo arbitrariamente impiegati e centralinisti; per il legale non sarebbero poi stati rispettati i limiti di legge nei confronti del personale appartenente alle categoria protette e il licenziamento aveva interessato manodopera femminile in percentuale superiore rispetto a quella del personale; le stesse comunicazioni dell'azienda sono state poi considerate lacunose e tardive, andando quindi a discapito degli interessati. Il giudice ha dato ragione ai dipendenti per due motivi su cinque, sostenendo che il Policlinico avrebbe dovuto fare riferimento ai criteri di scelta determinati dall’accordo con il sindacato per stabilire chi licenziare e che effettivamente nella documentazione è assente l'indicazione delle modalità di scelta delle persone da “lasciare a casa”, e non vi è un raffronto del personale oggetto del provvedimento rispetto a quello spettante al personale incluso nel novero dei soggetti passibili di licenziamento. Una delle licenziate ottiene quindi 22 mensilità, un'altra 21, due 20 e l'ultima 18. L'occasione è poi ghiotta per la Cgil, che ha supportato i dipendenti finiti in strada e che accusa la Cisl di non aver fatto altrettanto: se tutti i licenziati avessero fatto ricorso, spiega il sindacato, il peso economico per l’azienda sarebbe stato superiore ai risparmi ipotizzati con il licenziamento.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Policlinico San Marco, 5 licenziati ottengono fino a 22 mensilità

VeneziaToday è in caricamento