menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Mestrina muore all'improvviso dopo una Tac al Cro di Aviano

La tragedia martedì mattina. La vittima è Lucia Garbin, 57 anni, collassata di punto in bianco nell'istituto specializzato. Disposta autopsia

Muore dopo una Tac con mezzo di contrasto eseguita al Cro di Aviano. A quell'esame Lucia Garbin, mestrina di 57 anni, si era già sottoposta in passato senza alcun problema. Martedì, invece, il malore e il successivo decesso. Una tragedia sopravvenuta dopo un'ora di tentativi di rianimazione da parte dei sanitari del centro specializzato in tumori. Tutto è stato vano.

La donna era stata sottoposta all'accertamento e a quanto pare non avrebbe segnalato alcuna reazione allergica al liquido di contrasto. Nessuna nausea, nessun dolore. Insomma, nessun sintomo che potesse mettere in allarme il personale. Solo al termine dell'esame la donna avrebbe parlato ai sanitari di un senso di oppressione. Poi il collasso e, purtroppo, la morte.

E' stata la stessa dirigenza dell'istituto ad avvertire dell'accaduto la Procura di Udine. Il magistrato di turno ha deciso di disporre un'autopsia per far luce sulle cause del decesso. L'accertamento verrà eseguito venerdì, alla presenza di un anatomopatologo del centro sanitario. Disperato, come comprensibile, il marito della donna. Che aveva visto entrare la moglie sulle proprie gambe nella saletta degli esami per poi, invece, scoprire della tragedia. Un decesso che, oltre a una reazione al liquido di contrasto che la vittima non avrebbe però mai manifestato durante le sedute precedenti, potrebbe anche essere stato causato da un infarto improvviso e da un conseguente arresto cardio-circolatorio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lo show "4 Hotel" dello chef Bruno Barbieri parte da Venezia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento