menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tossicodipendente ha un malore dopo la dose: intervento del 118 a due passi da villa Ceresa

L'allarme è stato lanciato da un passante nella tarda mattinata di giovedì in via Mancini. Nei giorni scorsi almeno due overdosi a Mestre. Una decina di persone sono morte per l'eroina

E' stato descritto a terra, immobile. Poi per fortuna si è ripreso e ha raggiunto il pronto soccorso dell'Angelo in codice giallo. Ennesimo allarme per persone che accusano malori dopo aver assunto sostanze stupefacenti a Mestre, dopo le due overdosi ravvicinate di pochi giorni fa e il tragico elenco di decessi che si è registrato negli ultimi mesi in città a causa dell'eroina killer. Stavolta, per fortuna, i sanitari del 118 intervenuti con ambulanza e automedica nella tarda mattinata di giovedì non si sono trovati di fronte a scenari altrettanto preoccupanti, anche se l'episodio è sintomatico di un'attività di spaccio e di consumo che continua imperterrita nelle zone calde della città.

Soccorso a terra

L'uomo è stato segnalato a terra in via Pasquale Stanislao Mancini da un passante, che ha chiamato il 118: "Era steso e non rispondeva - ha raccontato il testimone - vicino aveva una scatola piena di siringhe". Una volta sul posto gli operatori del Suem hanno caricato il tossicodipendente a bordo dell'ambulanza e l'hanno trasportato in codice giallo in pronto soccorso, in attesa di riprendersi completamente dall'effetto della dose.

Sgombero all'ex segheria

A poca distanza era stata appena sgomberata l'ex segheria Rosso di via Giustizia (DETTAGLI), divenuta punto di riferimento per il "buco". Non è escluso che chi si sia sentito male abbia scelto le vie laterali della zona per drogarsi perché lo stabile era "off limits".
 
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Assegno unico figli 250 euro al mese: come ottenerlo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento