menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

In piazza la protesta dei lavoratori contro l'amministrazione Brugnaro: "Diritti e dignità"

Iniziative dei sindacati sabato mattina in piazza Ferretto a Mestre. Gazebo e striscioni per protestare contro le politiche del sindaco e per sensibilizzare la cittadinanza

Un appuntamento per protestare contro le politiche dell'amministrazione comunale ma anche per spiegare alla cittadinanza l'importanza del lavoro svolto quotidianamente dagli impiegati del Comune di Venezia. Per questo i lavoratori si sono incontrati sabato mattina in piazza Ferretto a Mestre,  a partire dalle 10.30, su iniziativa delle sigle sindacali Fp Cgil, Uil Fpl, Csa, Ral, Diccap, Cobas e Rsu. Centinaia i partecipanti giunti in una piazza coloratissima per l'occasione: bandiere, striscioni e gazebo, ma anche cartelloni e disegni che descrivono le azioni contestate al governo locale. E poi volantini e interventi dei diretti interessati.

"È un'occasione - spiegano i sindacati - Per far comprendere alla cittadinanza come sia sempre più difficile garantire servizi di fronte ai tagli e alle scelte del sindaco Brugnaro". "Il lavoro pubblico va difeso e valorizzato - hanno scritto le sigle sindacali e la Rsu - mentre la linea tenuta da questa amministrazione va nella direzione opposta, come dimostra anche la questione delle valutazioni dei dipendenti". Anche per questo motivo in piazza è presente un banchetto in cui si invitano i lavoratori che a presentare ricorso contro la valutazione.

I manifestanti si ribellano ai presunti tagli praticati sui servizi all'infanzia, le biblioteche, i servizi sociali, i servizi al cittadino e alle imprese. Ma anche le scelte fatte in tema di polizia locale. Nei giorni scorsi il sindaco aveva risposto in merito all'iniziativa su Twitter scrivendo che ciò che dichiarano i sindacati sono "tutte falsità".

Secondo i sindacati hanno partecipato circa 400 lavoratori, a cui si sono aggiunti i cittadini. "Siamo molto soddisfatti – dichiara Daniele Giordano, segretario Fp Cgil - di come i dipendenti comunali abbiano risposto al nostro appello per dimostrare che il Comune non è il sindaco ma tutti loro. Una giornata colorata in cui le parole d’ordine è stata 'rispetto' per i servizi e per i diritti dei lavoratori. Una giornata fuori orario di lavoro per non creare disservizi alla città e dimostrare come la lotta dei lavoratori sia per tutti". "Auspichiamo - conclude - che alla trattativa del prossimo 12 aprile l’amministrazione prenda atto di quanto sta accadendo e apra un serio confronto, perché parlare del contratto decentrato dei lavoratori del Comune di Venezia vuole dire parlare dei servizi della città".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento