rotate-mobile
Mestre Zelarino / Via Don Federico Tosatto

Auchan assaltato per i Mates, polemiche per la calca: "Troppa gente, malori tra i ragazzi"

Gli idoli web dei più giovani sabato pomeriggio erano nel centro commerciale di Mestre per il firmacopie del loro libro. Interveniti dei sanitari, una chiamata di una signora ai pompieri

Già l'anno scorso il centro commerciale Auchan era stato preso d'assalto per i "Mates", idoli web dei giovanissimi. Anche sabato pomeriggio il copione si è riproposto, con gentinaia di adolescenti in fila per ottenere una foto con St3pNy, Anima, Surry e Vegas, protagonisti di epiche sfide ai loro videogiochi preferiti. Armati di webcam, mettono in Rete le loro battaglie direttamente dalla camera da letto, tra commenti, battute e "cazzeggio".

Sono arrivati a Mestre per il firmacopie del loro libro "Veri Amici" e, sebbene l'inizio dell'evento fosse fissato per le 17, a partire dalle primissime ore del pomeriggio già era pieno di ragazzi pronti a "difendere il posto" pur di riuscire a scambiare due parole con i propri beniamini. La calca è stata tale che i sanitari presenti sul posto sono dovuti intervenire in qualche caso per aiutare alcuni giovani alle prese con piccoli malori. Soprattutto determinati dalla confusione che da effettivi problemi di salute.

Sul posto si sono portati anche i vigili del fuoco, allertati da una signora che ha chiesto il loro intervento, anche se poi hanno lasciato la palla al personale sanitario. Le lamentele non sono mancate da parte dei genitori: alcuni di loro hanno puntato il dito contro lo spazio insufficiente della piazzetta eventi dell'Auchan di fronte alla mole di pubblico intervenuto. "Tutti i ragazzini accalcati tra di loro - dichiara Valentina sulla pagina Facebook del centro commerciale - Mancava l'aria, troppo caldo. Mia figlia come tantissimi ragazzi si è sentita male". Ha voluto segnalare la situazione anche Sofia: "Una delusione, come l'anno scorso. Lo spazio è piccolo, molti si sono sentiti male, troppo caldo (condizionatori?), mal gestito, un casino unico". Il caso della figlia di Monia è emblematico su quanta gente ci fosse: "Mia figlia e lì dalle 14.30 - scrive sempre sulla pagina Facebook dell'Auchan - sono le 19.30 perché prima passano quelli con lo scontrino e poi gli altri. Sono le 19:30 e le mancano ancora due corsie".  

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Auchan assaltato per i Mates, polemiche per la calca: "Troppa gente, malori tra i ragazzi"

VeneziaToday è in caricamento