menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

L'ultimo atto del Consiglio: il Mof da via Torino finisce a Marghera

Delibera di iniziativa consiliare al voto lunedì. Poi le dimissioni di massa dei componenti dell'assemblea. Sorgerà anche una piscina da 33 metri

Il mercato ortofrutticolo si trasferirà da via Torino a Marghera. Sarà questa con ogni probabilità l'ultima decisione che prenderà il Consiglio comunale durante la sua ultima seduta di lunedì. Quando si registreranno le dimissioni di massa dei componenti del parlamentino locale. Come riportano i quotidiani locali, non ci sarà alcun trasloco nell'area di Fusina, come invece sembrava nei mesi precedenti. Era una soluzione più conveniente per Ca' Farsetti ma non per gli operatori. Quindi la decisione di portare il Mof in via della Macchine, a Marghera, all'interno di un terreno di proprietà di un fondo privato. Costo? Circa 22 milioni di euro, per un'area attrezzata e pure per una piscina da 33 metri. Il tutto entro sei mesi. Con il possibile beneficio anche di riqualificare un'area alle prese con i noti problemi di prostituzione.

Serve però che i costruttori si sbrighino: l'impegno di mettere a punto il progetto, che ha incassato l'appoggio degli operatori, in sei mesi non è infatti casuale. A partire da gennaio, infatti, Ca' Farsetti dovrà pagare cinquemila euro al mese alla Mantovani, proprietaria dell'area dove sorge il mercato in via Torino. Meglio sloggiare subito. Anche se ci sarebbe un'intesa secondo cui sarebbero i costruttori stessi da febbraio in poi a pagare la penale. La delibera, senza Giunta in carica, sarà di iniziativa consiliare. Firmata da tutti i capigruppo dell'assemblea di Ca' Loredan. Dopodiché i titoli di coda.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Assegno unico figli 250 euro al mese: come ottenerlo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento