menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il supermercato dell'arresto

Il supermercato dell'arresto

Mestre, abusivi "placcano" il ladro in fuga fuori dal supermercato

Mercoledì pomeriggio le parti si sono invertite: due questuanti di colore hanno bloccato e consegnato il delinquente alla polizia in via Alpago

Di solito quando vedono le forze dell'ordine scappano. Per paura dei controlli. Stavolta, invece, si sono rivelati gli alleati migliori: due uomini di colore soliti chiedere l'elemosina nel parcheggio della CoopCa di via Alpago a Mestre, in zona via San Donà, hanno "placcato" il ladro che voleva fuggire con nello zaino cinque bottiglie di Campari.

Un 25enne veneziano, infatti, nel pomeriggio di mercoledì ha cercato di impossessarsi delle bottiglie senza passare dalle casse. Il carrello della spesa vuoto e lo zaino che continuava a tintinnare per il vetro. Impossibile farla franca in questo modo. Il direttore del punto vendita ha seguito le mosse del giovane, finché lo stesso non ha iniziato a superare le casse. A quel punto è entrato in azione, intimando al suo interlocutore di mostrare quanto stava nascondendo. Quindi il ragazzo, fin da subito molto nervoso, per guadagnarsi l'uscita ha spinto con violenza al petto la cassiera che aveva di fronte.

Una collega della malcapitata, però, con prontezza di spirito ha bloccato il suo carrello davanti all'ingresso, inducendo il 25enne a seguire il direttore nel proprio ufficio. Scoperto, il ladro ha quindi cercato di darsela a gambe, oltrepassando ancora una volta le casse. La sua fuga è durata pochi metri, placcato proprio dai due questuanti, che avevano intuito quanto stava accadendo all'interno del supermercato. Il veneziano è stato quindi "consegnato" agli agenti delle Volanti, che lo hanno arrestato per "rapina impropria". Il gip per lui ha disposto i domiciliari in attesa del giudizio per direttissima.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento