menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Metto l'antifurto dove nascondi i contanti", invece glieli ruba tutti

Continuano le truffe agli anziani perpetrate da delinquenti senza scrupoli. Martedì una donna è fuggita da via del Gazzato con un bottino ingente

I soliti modi gentili e affabili. La solita faccia rassicurante e il sorriso stampato sul volto. Una maschera forgiata da chissà quanti raggiri e furti. Continuano a imperversare purtroppo ladri senza scrupoli pronti a inventarsi qualsiasi storia per raggirare gli anziani. L'ultima scorribanda di questo tipo martedì mattina in via del Gazzato, alla Cipressina, quando verso le 11.30 una donna ha suonato al campanello di una signora anziana sulla settantina che abita sola.

"Sono qui per darle una mano", si sarebbe presentata con questi toni l'ospite, cercando di conquistare subito la fiducia della propria interlocutrice. A quel punto la truffatrice è riuscita e entrare in casa abbindolando sempre più la residente con alcune frasi rassicuranti. Dopodiché è scattato il piano vero e proprio: all'anziana è stato spiegato che per evitare razzie, visto che i ladri sono molto attivi in questo periodo, sarebbe stato meglio installare degli antifurti dove custodiva i soldi e i gioielli. Una balla che periodicamente torna d'attualità in colpi di questo tipo.

A quel punto la padrona di casa ha mostrato di buon grado dove nascondeva i contanti e i preziosi, in alcuni punti evidentemente "strategici" e poco visibili. Una volta capito dove mettere le mani la delinquente ha avuto gioco facile nell'allontanare con una scusa la vittima (magari chiedendo un caffé) per poi arraffare tutto. A razzia perpetrata è tornato a far capolino quel sorriso finto già protagonista all'inizio della vicenda, un saluto veloce e poi via a passo svelto fuori dall'abitazione con un bottino di alcune migliaia di euro. Tra soldi e gioielli. Raggiungendo con ogni probabilità un complice che aspettava nelle vicinanze a bordo di un'auto per far perdere il più in fretta possibile le proprie tracce.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Attualità

L'assist del comandante: «Sì alle uscite nel rispetto delle regole»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento