Giovedì, 29 Luglio 2021
Mestre Mestre Centro

Irregolare e pericoloso: migrante 23enne espulso per la seconda volta

Precedenti per resistenza a pubblico ufficiale, reati contro il patrimonio e spaccio. Le volanti lo hanno sorpreso a recidere la catena di una bicicletta in centro a Mestre

Volanti, polizia di Stato a Mestre: archivio

Le volanti della polizia di Stato lo hanno sorpreso a tentar di recidere la catena di sicurezza di una bicicletta, in centro a Mestre, il 4 gennaio scorso, e lo hanno portato in questura. Sono scattati i controlli per un migrante 23enne di nazionalità tunisina, H. A., risultato irregolare sul territorio. A suo carico sono poi emersi precedenti per resistenza a pubblico ufficiale, reati contro il patrimonio e spaccio. Accompagnato dalla questura di Venezia al Cpr (Centro per rimpatri) di Gradisca di Isonzo, è stato espulso perché valutato pericoloso per la sicurezza pubblica.

In passato, nel 2015, H. A. era stato arrestato per possesso di eroina a fini di spaccio, e denunciato per essersi introdotto al Vega. Nell'occasione le volanti lo avevano trovato nudo e sotto l’effetto di sostanze stupefacenti. Per aver danneggiato alcuni uffici era stato condannato a 5 mesi. Rimpatriato nel 2020, è stato nuovamente rintracciato il 4 gennaio scorso e colpito da nuovo decreto di espulsione.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Irregolare e pericoloso: migrante 23enne espulso per la seconda volta

VeneziaToday è in caricamento