menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'auto era parcheggiata all'ospedale Dell'Angelo

L'auto era parcheggiata all'ospedale Dell'Angelo

"Aiuto, mi hanno rubato la Panda", ladro preso per strada: la moglie!

L'uomo lunedì era convinto di essere rimasto vittima di un furto. L'auto è stata fermata in via San Donà a Mestre. La coppia rischia una denuncia

"Aiuto! Mi hanno rubato l'auto". Più o meno con queste parole un automobilista ha lanciato l'allarme lunedì mattina alle forze dell'ordine, convinto che qualche malvivente si fosse impadronito della sua Fiat Panda. Dopo qualche minuto di ricerche in zona il ladro è stato prontamente scoperto, ma al posto di qualche pregiudicato che bazzica nella zona del Mestrino, a scendere dall'auto è stata una "furfante" che il proprietario conosceva molto bene: la moglie. Agli agenti che si erano catapultati alla caccia del mezzo trafugato devono essere cascate le braccia, tanto più che pare che la coppia si fosse recata insieme all'ospedale dell'Angelo di Mestre.

Sarebbe stato proprio il marito ad accompagnare la coniuge nella prima mattinata, dopodiché, uscito dal nosocomio lo spavento: la Panda era sparita nel nulla. L'auto è stata quindi intercettata mentre transitava lungo via Martiri della Libertà, in direzione Campalto. Secondo alcuni testimoni in transito, è stato intimato lo stop all'altezza della rotatoria che collega a via San Donà. Il conducente (non si conoscevano le sue generalità all'inizio) con tutte le cautele del caso è stato indotto a scendere, dopodiché il colpo di scena finale.

Cosa sia successo nel parcheggio dell'ospedale dell'Angelo lo sanno solo marito e moglie: potrebbe essersi trattato di uno sgarro da parte della donna nei confronti del compagno, oppure, al contrario, del tentativo dell'uomo di farla pagare alla coniuge per qualche litigio. Naturalmente entrambi potrebbero essere rimasti anche vittima di una grossa incomprensione, che però rischia di avere anche degli strascichi giudiziari.

In ballo una possibile denuncia per procurato allarme, visto che le pattuglie delle forze dell'ordine hanno sprecato tempo ed energie per un intervento che poteva benissimo essere evitato, sacrificando così il controllo del resto del territorio.  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Sì al turismo, «strategico per la ripresa economica». Adesioni di cittadini e operatori

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento