Mestre Mestre Centro

Adico: "La tecnologia usata dal Comune per far cassa con le multe"

Lunedì mattina i punti caldi della viabilità mestrina sono stati oggetto di un servizio su La7 in cui si mettevano nel mirino gli autovelox sul ponte della Libertà, le ztl e i velocar

I punti caldi della viabilità mestrina sono stati protagonisti lunedì mattina di uno dei servizi della trasmissione d'informazione “L'aria che tira” su La7: il pezzo, dal titolo “Comuni senza soldi fanno cassa con le multe” è stato l'occasione per raccontare il “caso” del Comune di Venezia e "del dedalo di divieti e limitazioni al traffico che contraddistingue la mobilità di terraferma", come scrive in una nota Adico, associazione a difesa dei consumatori. "Si è raccontato del boom di multe negli ultimi mesi e la rabbia dei cittadini caduti nella trappola dei vari occhi elettronici", continua Adico.

L'associazione mestrina ha collaborato alla realizzazione del servizio, firmato dalla giornalista Francesca Ronchin, portando la testimonianza di quattro soci, tutti vittime della viabilità di Mestre: nello specifico dei velocar di via Calabria e di Campalto (centinaia le sanzioni comminate agli automobilisti per aver superato la riga dello stop), degli autovelox sul ponte della Libertà (circa 5mila multe nelle prime due settimane di abbassamento dei limiti di velocità da 90 a 40 chilometri orari a causa dei cantieri per la realizzazione delle rotaie per il tram) e della ztl di viale Garibaldi, con la storia della commerciante che per essersi scordata di rinnovare il permesso annuale ha accumulato 36 multe al varco in pochi giorni, e dal 2009 lotta per far valere i suoi diritti.


"Queste persone non sono certo pirati della strada, ma automobilisti ignari che sono stati vittime a loro insaputa di queste situazioni – ha commentato il presidente di Adico, Carlo Garofolini – purtroppo Mestre è il peggior esempio di come la tecnologia possa essere usata non per fare vera deterrenza, ma solo per far cassa".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Adico: "La tecnologia usata dal Comune per far cassa con le multe"

VeneziaToday è in caricamento