Mestre Mestre Centro / Via Olivi

Autovelox e telecamere, ecco quanto ha incassato Ca' Farsetti

Il bilancio della polizia municipale parla di oltre 11 milioni di euro arrivati in Comune con le multe del 2013, tra Ztl, soste vietate e velocar

Strage di multe a Mestre: la polizia municipale rende noto il suo bilancio del 2013 e, tra Ztl, parcheggi vietati e autovelox, appare evidente come esista ancora una forte spaccatura tra le prescrizioni della viabilità cittadina decisa a Ca' Farsetti e le abitudini degli automobilisti mestrini. A causare il maggior numero di multe infatti, come riporta la Nuova Venezia, sono le telecamere del centro, seconde solo ai rilevatori di velocità sul ponte della Libertà.

NUMERI ALLA MANO – Il distacco tra i due “capolista”, considerando la mole di traffico, non appare comunque esagerata: sul ponte che conduce a Venezia, che vede ogni giorno un viavai intenso e che negli ultimi due anni ha visto cambiare molto spesso i limiti a causa dei lavori per il tram, si registrano 73.309 violazioni, mentre nella Ztl del centro di Mestre se ne contano 70.265. In terza posizione, a testimoniare l'importanza di nuovi parcheggi in città (che fine ha fatto il park provvisorio all'ex Umberto I? Non sarebbe dovuto essere pronto entro Natale?), troviamo le multe per divieto di sosta, ben 47.952 nel 2013. Infine, con molte meno sanzioni di quanto qualcuno aveva previsto, ci sono i velocar, gli apparecchi piazzati a Campalto in via Orlanda, a Chirignago in via Miranese e davanti alla stazione di Mestre per rilevare i passaggi con il semaforo rosso: 14.056 violazioni lo scorso anno, davvero poche considerando il trambusto sollevato in fase d'installazione.

SOLDI E VIALBILITÀ – In totale Ca' Farsetti nel 2013 ha quindi incassato 11.562.747 euro a fronte di 226.405 verbali staccati. Metà di questi soldi, come prevede la legge italiana, dovranno essere investiti per migliorare la viabilità e la sicurezza stradale, tra manutenzione e nuovi interventi. Intanto, dopo l'esperimento natalizio, il Comune dovrà rinunciare a circa 282.331 euro, questa la cifra che ipoteticamente avrebbe potuto “guadagnare” dalla Ztl mestrina nel corso dei prossimi fine settimana. Peccato che, fino al 17 marzo, le telecamere del centro si spegneranno alle 20 di venerdì per riaccendersi solo alle 3 di lunedì mattina. Restano, comunque, i divieti in via Colombo e via Olivi (rendendo di fatto comunque difficilmente accessibile il centro città).

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Autovelox e telecamere, ecco quanto ha incassato Ca' Farsetti

VeneziaToday è in caricamento