rotate-mobile
Sindacati / Mestre Centro / Via Torino

La Cisl del Veneto ha una nuova casa

Oggi il taglio del nastro nella sede di via Torino, alla presenza del segretario generale Luigi Sbarra

Cisl Veneto ha trovato la sua nuova "casa" a Mestre. Il taglio del nastro della sede di via Torino 103 si è tenuto oggi, alla presenza dei segretario nazionale della Cisl, Luigi Sbarra, e del Veneto, Giafranco Refosco, del patriarca, Francesco Moraglia, dell'assessore regionale al Lavoro, Elena Donazzan, e del sindaco lagunare, Luigi Brugnaro.

L'edificio, ubicato in una posizione strategica per la città e acquisito dalla Cisl nel 2022, fino allo scorso anno è stata la sede della Commissione tributaria regionale del Veneto. Costituito da quattro piani, tre dei quali riservati agli uffici e uno destinato ai servizi di gestione degli impianti, è stato oggetto di una serie di interventi di riqualificazione, tra i quali il riallestimento degli impianti elettrici e del sistema di illuminazione interna, l'installazione "ex novo" della rete azienda Lan e WiFi e dell'impianto di rilevazione e segnalazione incendi, nonché la sostituzione dei generatori termici e del gruppo di refrigerazione in copertura a servizio dell'impianto di raffrescamento esistente. In ottica di efficientamento energetico, è stato anche progettato e installato un impianto fotovoltaico costituito da 108 pannelli, che rendono l'immobile autonomo per la fornitura energetica necessaria.

«Aprire  una nuova sede sindacale oggi significa costruire speranza specialmente in tempi così duri, che rendono necessari nuovi avamposti della solidarietà, della partecipazione, della prossimità. - ha detto Sbarra - Far nascere oggi una nuova casa dei lavoratori, dei pensionati , delle famiglie significa non limitarsi a rivendicare, ma esercitare responsabilità e protagonismo per rispondere in prima persona ai bisogni profondi della nostra gente. E farlo a partire dal protagonismo sociale diffuso per guidare il cambiamento non inseguirlo».

Nel corso del suo intervento, Brugnaro ha posto l’accento sulle azioni intraprese nel Comune di Venezia per sostenere la meritocrazia, intesa come valorizzazione della persona. Il primo cittadino ha sottolineato l’importanza dell’esperienza dell’alternanza scuola lavoro, come strumento di crescita, e della formazione continua, come opportunità di aggiornamento. «Il vero ruolo del sindacato - ha detto - è difendere le persone deboli dalle sopraffazioni, dalle prepotenze. Ed è proprio dall’ascolto delle parti sociali e dei corpi intermedi che il Paese deve ripartire».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Cisl del Veneto ha una nuova casa

VeneziaToday è in caricamento