menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Automobilisti avvisati: posizionati i nuovi velocar sulle strade mestrine

Telecamere installate ai semafori di viale Ancona, via Fratelli Bandiera, via Terraglio. Arriveranno pure in viale San Marco e in via Castellana

Automobilisti avvisati. Sono stati posizionati dalla mezzanotte di lunedì i nuovi velocar in viale Ancona, all'intersezione con via Forte Marghera, via Fratelli Bandiera, in ingresso a Marghera all’intersezione con via Cruto, e in via Terraglio, in ingresso a Mestre all’intersezione con via Borgo Pezzana. I rilevatori utilizzati sono alcuni tra quelli dismessi dall’incrocio tra corso del Popolo e via Torino, trasformato di recente in rotatoria. Saranno a breve operativi inoltre gli impianti di viale San Marco, in uscita da Mestre all’intersezione con Via Sansovino, e in Via Castellana, all’intersezione con Via Liberi.

Le sanzioni, dopo due giorni di prove, inizieranno a essere comminate dalla mezzanotte tra mercoledì e giovedì: per chi passa col rosso partiranno da 162 euro (se l’infrazione è commessa tra le ore 7 e le 22) fino a 216 (dalle 22 alle 7). Insieme alla sanzione pecuniaria, vengono tolti anche 6 punti dalla patente del trasgressore, che diventano il doppio se l'automobilista è un neopatentato. Chi non rispetta la linea d’arresto incorre in una sanzione che va da 41 euro a 54,67 (dalle 22 alle 7), più due punti di penalizzazione.

“Il comportamento di guida agli incroci  - si legge in una nota della polizia municipale - è sovente irresponsabile ed è spesso causa di incidenti. Quest’infrazione al Codice della strada è particolarmente pericolosa, per i rischi potenziali che può avere per gli altri veicoli coinvolti e per i pedoni. In Italia i sistemi di controllo vengono utilizzati molto meno che all'estero, se si pensa, ad esempio, che nella sola Londra sono attivi 700 rilevatori di infrazioni. Oggi la tecnologia offre molte possibilità in questo senso, ma bisogna che cresca la cultura della legalità e del rispetto delle norme. Chi guida non ha in mano un giocattolo, ma una potenziale arma letale. Va quindi controllato con tutti i mezzi possibili”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Attualità

L'assist del comandante: «Sì alle uscite nel rispetto delle regole»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento