Mestre

Nuovi guai per il ladro seriale delle macchinette, accusato di 12 furti

Contestati dodici episodi tra novembre e febbraio. Il 22enne adesso è agli arresti domiciliari

Dodici. E' il numero di furti che la polizia ha attribuito (finora) a K.M., il 22enne arrestato la scorsa settimana nella sede degli uffici dell'Arpav di Marghera, che stava tentando di saccheggiare. E' lui il ladro seriale dei distributori automatici, che nelle ultime settimane ha commesso diversi colpi nella terraferma veneziana, prendendo di mira le macchinette di uffici pubblici, attività commerciali e uffici scolastici. 

La squadra mobile di Venezia ieri ha eseguito un'ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari nei confronti del ragazzo. Il provvedimento è stato emesso dal gip del tribunale di Venezia a pochi giorni dal primo arresto (il 22enne era già ai domiciliari), per dodici furti dei quali è risultato responsabile, messi a segno tra novembre e febbraio. 

Tra gli episodi più rilevanti, uno dei furti all'Auto Carrozzeria Moderna di via Giustizia, che negli ultimi sei anni ha subìto una quindicina di colpi e alla quale il questore di Venezia Maurizio Masciopinto qualche tempo fa era andato a fare visita. «Come per le baby gang, anche per i furti seriali c’è tolleranza zero, come per tutte le azioni che sono contrarie alla serenità degli abitanti della Provincia di Venezia. Vi prometto - aveva annunciato Masciopinto - che gli autori verranno assicurati alla giustizia».

La mappa dei furti

Schermata 2020-02-26 alle 10.05.05-2

Gallery

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuovi guai per il ladro seriale delle macchinette, accusato di 12 furti

VeneziaToday è in caricamento