menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Chiedono offerte per la parrocchia, ma di sacro hanno poco: "Imbroglioni in agguato"

Il post di don Ottavio comparso sulla pagina Facebook, "No ti se dea Gazzera se..", diffonde l'avviso mettendo in allerta specie per le persone anziane: "Non è la chiesa che li manda"

"Non è il parroco che li manda". Scatta l'allerta venerdì sulla pagina Facebook "No ti se dea Gazzera se..", dove un post di don Ottavio avverte i follower di non prestare attenzione alle richieste di carità di sedicenti inviati dalla parrocchia, che si aggirerebbero in località chiedendo offerte per comprare fiori per la chiesa.

Imbroglio

È soprattutto agli anziani che il messaggio si rivolge. "È un imbroglio. Siete pregati di avvisare i vostri cari, specie gli anziani", si legge. E a questo si accompagna un invito a segnalare eventuali avvistamenti di persone poco raccomandabili in zona. "Vorremmo identificarle, se possibile, quindi avvertiteci quando li vedete nei paraggi, che proviamo a metterci in contatto con le forze dell'ordine". Nel post viene anche indicato un numero telefonico da chiamare: quello della parrocchia, in caso di eventuali avvicinamenti, e per segnalare se si è stati fermati ricevendo richieste di denaro, da parte di persone che dicono di agire per conto del parroco. Si avverte preoccupazione e indignazione nei confronti di chi si nasconde dietro la parrocchia per condurre i propri affari.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Estate 2021, Ryanair annuncia 65 nuove rotte dal Veneto

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento