MestreToday

Pochi giorni all'apertura del nuovo ostello AO a Mestre

Sarà operativo dall'1 febbraio, ma le prenotazioni sono attive da tempo. La struttura in via Ca' Marcello raddoppia quella già esistente e ospita altre 284 stanze low cost

Via Ca' Marcello

Mancano pochi giorni all'apertura dell'ostello A&O Venezia Mestre 2, "gemello" della struttura inaugurata a luglio 2017 in via Ca' Marcello. Sarà operativo dall'1 febbraio, al civico 15 (non è prevista una vera e propria cerimonia), ma già da un po' di tempo è possibile prenotare online. Significa che, a breve, in città ci saranno altri 998 posti letto low cost a pochi passi dalla stazione, pronti ad accogliere turisti intenzionati, in larga parte, a visitare Venezia.

La struttura

L'ostello è pensato per una fascia di clientela mediamente giovane ed è dotato complessivamente di 284 camere con bagno, di cui 175 doppie e 109 con più di due letti (camerate da 6). Alloggiarvi per una notte costa a partire da 11 euro a persona, mentre i servizi vanno dalla reception h24, al bar, al noleggio bici, alla cucina comune.

Cresce l'offerta

L'apertura rappresenta un passo importante nella trasformazione di un'area che nel giro di pochi anni sta cambiando completamente volto, diventando una sorta di quartiere degli alberghi che, nei momenti di maggiore afflusso, ospita migliaia di persone ogni giorno: oltre al doppio AO ci sono le imminenti aperture degli ostelli Wombat's e 7Days, dell'hotel Leonardo e dello StayCity aparthotel. Sono in tutto 2.700 posti letto, senza contare la recente inaugurazione dell'Anda di via Ortigara - sempre a pochi metri dallo scalo ferroviario. E poi i progetti futuri per altri alberghi in corrispondenza della stazione e, dal lato Marghera, in via Ulloa.

Mestre e il turismo

Non mancano i pareri negativi legati alla imponente crescita dell'offerta ricettiva, e quindi della presenza di turisti: un fattore che rischia di creare ulteriori difficoltà a chi vive nella città storica, già soffocata dall'elevato numero di visitatori, alle prese con il tema dello spopolamento e degli alloggi turistici che tolgono spazio a quelli per residenti. Inevitabili, poi, le perplessità da parte dei pendolari che, per motivi di lavoro e di studio, utilizzano quotidianamente i mezzi di trasporto tra Venezia e Mestre e che si ritroveranno in bus e treni sempre più affollati.

Il nuovo ostello AO in via Ca' Marcello a Mestre-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il Veneto resta giallo? Zaia: «Dipendiamo da Rt, ma non abbiamo demeriti per cambiare zona»

  • Natale con congiunti ma senza abbracci: le regole per cenone e veglione di Capodanno

  • 60enne si allontana da casa e scompare, trovato senza vita

  • Domani si decide sul colore del Veneto, Zaia: «Pressione su ospedali, ma tutto sotto controllo»

  • Coronavirus, il prossimo mese il Veneto potrebbe essere area a rischio elevato

  • Perché Venezia era piena di gatti?

Torna su
VeneziaToday è in caricamento