Mestre Mestre Centro / Via Caneve

Pacinotti "occupato": alunni e prof insieme per risistemare la scuola

Anche il corpo docente ha partecipato all'autogestione dell'istituto, aiutando a ripulire i corridoi e ridipingere le classi ormai fatiscenti

Vernice, pennelli, carta vetrata, spazzoloni e stucco: queste le armi di cui si sono equipaggiati gli studenti dell'I.t.i.s. Pacinotti di Mestre, che questa settimana hanno occupato la scuola non per vuote proteste ma per poter rimettere insieme i pezzo di una struttura che loro stessi definiscono “fatiscente”. E, come riporta il Gazzettino, persino preside e professori hanno “saltato la barricata” per unirsi ai ragazzi, finendo per lavorare fianco a fianco agli alunni per ritinteggiare le classi, liberare le aule comuni e rinfrescare il giardino.

FIANCO A FIANCO – Tanto gli studenti quanto i professori hanno lavorato fino a tardi, restando a lavorare anche molto dopo gli orari scolastici. E nei corridoi si respira un'aria nuova, di trionfo: mista all'odore della vernice fresca c'è la sensazione che, uniti, tutti assieme, si possa fare molto. Con orgoglio i ragazzi hanno appeso all'esterno della scuola uno striscione che recita “Noi sistemiamo la scuola. Voi avete mai lavato la vostra auto blu?”, chiaro riferimento a una politica che troppo spesso sembra dimenticarsi dell'importanza dell'istruzione. Proprio aver riacceso l'interesse della gente sulla situazione difficile della scuola è infatti considerata la migliore vittoria dai rappresentanti degli studenti che hanno organizzato l'autogestione. E se dalla Provincia non arrivano i soldi, sembrano dire così alunni e insegnanti, basterà rimboccarsi ancora le maniche. Insieme.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pacinotti "occupato": alunni e prof insieme per risistemare la scuola

VeneziaToday è in caricamento