menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tentò di violentare una ragazza per strada a Mestre, 20enne viene espulso dall'Italia

Il giovane mercoledì mattina ha patteggiato 2 anni di reclusione, pena commutata nell'allontanamento dal territorio nazionale. Rigettata la sua richiesta d'asilo politico

Venne arrestato il 24 febbraio scorso con l'accusa di violenza sessuale nei confronti di una giovane donna che stava camminando da sola in via Circonvallazione a Mestre. Ora un 20enne di nazionalità bengalese, difeso dall'avvocato Damiano Danesin, ha patteggiato una pena di 2 anni di reclusione. Una pena che è stata commutata con l'espulsione immediata dal territorio nazionale e divieto di ritorno per i prossimi 5 anni. Del resto durante l'interrogatorio di convalida del suo arresto, il giovane aveva ammesso la propria colpevolezza.

Ubriaco, quella notte perse il controllo e aggredì in maniera piuttosto pesante una 26enne di nazionalità peruviana, scambiata per una prostituta. Le chiese una prestazione sessuale, poi le si scagliò contro, davanti ad alcuni passanti che lanciarono l'allarme. Lui la palpeggiò e tentò di tirarle giù i pantaloni: un breve corpo a corpo rintuzzato dalla vittima, la quale con prontezza reagì. In pochi minuti sul posto intervennero le volanti della polizia, allertate da alcune telefonate dei cittadini.

Dell'iter processuale della vicenda si è interessato anche il console onorario del Bangladesh in Italia. Il giovane arrivò nel Belpaese come clandestino, poi fece richiesta d'asilo. Una richiesta rigettata dalle autorità ma impugnata dal ragazzo, seguito da un avvocato di Bari. Ma non può essere espulso dall'Italia un cittadino che ha in ballo una richiesta di questo tipo. Per questo motivo a tempo di record sono state trovati gli incartamenti (lui è senza fissa dimora) e il ricorso è stato bocciato. A quel punto il gip, Massimo Vicinanza, mercoledì mattina ha potuto accogliere la richiesta di patteggiamento con la condanna a 2 anni di reclusione commutata in espulsione. 
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'assist del comandante: «Sì alle uscite nel rispetto delle regole»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento